Il Parque del Drago de Icod raggiunge il suo record storico di vendite di biglietti in sei mesi

Il Parque del Drago, situato nel comune di Icod de los Vinos a Tenerife, ha registrato un record storico di vendite di biglietti in circa sei mesi, con un importo di 300.000 euro, contro una media di 257.000 euro all’anno ottenuto negli anni precedenti, secondo i dati forniti dalla società Icodtesa.

L’assessore al Turismo e Icodtesa, Jannet Pérez, ha indicato in una nota che queste cifre “sono assolutamente nuove finora nella storia del Parco, migliori del 40% rispetto all’anno migliore”.

“I buoni risultati, che potrebbero anche ulteriormente crescere, avranno ripercussioni sul miglioramento del Parco, sull’igiene dell’azienda e sul rispetto della legge di stabilità di bilancio delle imprese pubbliche”, ha aggiunto il sindaco.

L’Assessore al Turismo ha sottolineato che gli accordi firmati a Fitur con tour operator e intermediari turistici nazionali e internazionali, nonché le vendite esterne, hanno avuto una notevole influenza sul miglioramento del turismo e degli affari nel comune.

Egli ha chiarito che l’obiettivo è “rivalutare il Parque del Drago sia a livello locale che nazionale in un chiaro impegno per un turismo di qualità attraverso la segmentazione del mercato, incorporando nuovi settori del turismo”. In questa linea, ha spiegato che, nonostante le statistiche del Cabildo de Tenerife che prospettano una diminuzione del turismo del 20%, il Parque del Drago è già al 40% meglio del suo anno record.

“Tutti i centri dello stesso settore sono in calo nelle vendite, ma noi siamo in crescita”, ha aggiunto.


Infine, ha sottolineato che i 300.000 euro incassati significano che in poco più di sei mesi, visto che il biglietto più costoso è di 5 euro, hanno visitato il parco circa 60.000 persone, triplicando gli abitanti della città.

Redazione