Il Commissariato di Polizia di Puerto e Los Realejos aumenta il personale

Con l’introduzione di 15 nuovi agenti, il Commissariato di Polizia di Puerto de la Cruz e Los Realejos raggiunge i 135 occupati e la percentuale dell’85%, allineandosi finalmente con la media nazionale.

Come ha precisato il commissario capo José Luis Rodríguez, con l’assunzione di 15 agenti di polizia, dei quali 11 uomini e 4 donne, è stata rafforzata la presenza delle forze dell’ordine in entrambi i comuni a tutela dei cittadini.

Dopo un periodo di formazione della durata di un anno, gli agenti di polizia svolgeranno principalmente funzioni dedicate al servizio di strada e del cittadino, aumentando così la percezione di sicurezza nella popolazione.

Il commissario capo ha sottolineato inoltre che per il 2018 si è registrata una diminuzione in termini di criminalità in tutta la provincia di Santa Cruz e la stazione che presiede è sulla stessa linea discendente in quanto a reati penali, il più comune dei quali è il furto non violento.

I nuovi agenti sono stati presentati nel corso di una cerimonia cui hanno partecipato il sindaco di Los Realejos Manuel Dominguez, l’Assessore alla Sicurezza e alle Relazioni Istituzionali di Puerto Pedro Gonzalez, e l’ispettore capo della polizia Juan Carlos Piñero.

Manuel Dominguez in particolare ha promesso che continuerà a lavorare affinché questo servizio abbia il maggior numero di agenti possibili e che siano nel contempo garantite le condizioni ottimali perché questi possano svolgere i propri compiti al meglio.


«Credo nella sicurezza e nella prevenzione – ha affermato durante la cerimonia Dominguez – e la percezione dei cittadini è fondamentale per arrivare a raggiungere l’obiettivo».

Il sindaco ha invece colto l’occasione per lodare la vocazione al servizio nei suoi due aspetti, quello di appartenere al corpo di polizia e quello di rappresentare per la cittadinanza la garanzia di sicurezza affinché si instauri un clima di serenità a dispetto dell’aumento fluttuante della popolazione dei due comuni per effetto del turismo.

Manca solo, ha precisato, il servizio SATE, Servicio de Atención al Turista Extranjero, che attualmente risulta sospeso ma che, con ogni probabilità, sarà il prossimo importante obiettivo da perseguire.

Mary Coverano