45 pellegrinaggi in quasi cinque secoli di storia

Foto di Cristiano Collina

In ottobre, la Santa Patrona si trasferirà per la quinta volta a Santa Cruz, la prima volta fu nel 1939.

La Vergine della Candelaria festeggerà il prossimo ottobre la sua quinta visita a Santa Cruz e la 43esima a La Laguna.

In totale ha fatto 45 pellegrinaggi dal suo Santuario di Candelaria, e in tre occasioni ha fatto “doublete”, nelle Fiestas de la Victoria (1939, alla fine della guerra civile), la partenza del 1964/65, quando ha viaggiato per tutta l’isola per raccogliere fondi per la costruzione del nuovo seminario, e quest’anno, in occasione del bicentenario della diocesi di Tenerife, secondo i dati forniti dal cronista ufficiale della Candelaria, e anche di Güímar, Octavio Rodríguez Delgado, uno dei più grandi conoscitori della storia del sud dell’isola.

Rodríguez Delgado ricorda che la prima partenza della Vergine della Candelaria avvenne nel 1555 verso La Laguna, anche se ci vollero quasi quattro secoli perché la Santa Patrona delle Isole Canarie visitasse per la prima volta la capitale dell’isola: dal 14 al 18 maggio 1939, in occasione delle cosiddette Fiestas de la Victoria, che celebravano la fine della guerra civile.

In questa occasione trascorse due giorni a La Concepción de Santa Cruz e altri due nella Cattedrale di La Laguna.

La maggior parte delle partenze della Vergine della Candelaria dal suo Santuario si concentrano tra il 1555 e il 1789 e sono state giustificate da preghiere per le siccità o malattie che affliggevano gli abitanti di Tenerife, o dalla paura di attacchi da parte dei corsari.


Il cronista ufficiale di Candelaria ricorda che nel 1826 una terribile tempesta fece scomparire l’originale intaglio della Santa Patrona.

L’anno seguente fu benedetta la nuova statua, opera di Fernando Estévez, ma il popolo non la identificava con la precedente.

Di fronte a questa decadenza, aggravatasi con il passare dei decenni, il vescovo Nicolás Redondo confermò nel 1867 il patrocinio della Vergine delle Canarie per le due diocesi dell’Arcipelago.

E’ stata la rinascita della venerazione, che ha ricevuto un altro impulso con l’incoronazione canonica nel 1889, in che significava, dice Octavio Rodríguez Delgado, “il più grande “spettacolo” della fede cattolica, poiché la gente arrivò da tutte le isole”.

Dal 12 al 27 ottobre 2018: visita a Santa Cruz e La Laguna in occasione del bicentenario della Diocesi.

Bina Bianchini