Quad e fuoristrada fanno danni nelle zone agricole

L’Associazione degli agricoltori e allevatori delle Isole Canarie (Asaga Canarias) ha avvertito degli effetti negativi che stanno causando il passaggio dei quad e dei fuoristrada nelle zone agricole turistiche di Vilaflor negli ultimi mesi, una situazione che è peggiorata durante il periodo estivo data la maggiore offerta di questo tipo di escursioni di natura sportiva o ricreativa.

Gli agricoltori interessati lamentano che questo tipo di veicolo passa solitamente a una certa velocità, con una frequenza compresa tra due e tre volte al giorno, rimuovendo le pietre dal terreno e sollevando grandi quantità di polvere che formano una pellicola sulle foglie, impedendo il passaggio della luce e causando danni alle produzioni, soprattutto durante il periodo di sviluppo delle colture.

Oltre al vigneto, è stata colpita anche la patata, al momento della raccolta.

Di fronte a questa situazione, gli agricoltori, che riconoscono di non sapere se questi veicoli sono autorizzati a viaggiare in queste zone, chiedono un maggiore controllo sulla loro circolazione da parte delle autorità competenti in questa zona, nonché misure correttive per prevenire questo tipo di danni, ad esempio, bagnando i sentieri.

“Non ci rifiutiamo di farli passare, ma riteniamo che il loro transito dovrebbe essere controllato durante i mesi da aprile a ottobre, che è il momento in cui si sviluppano le colture.

Vogliamo cercare una soluzione senza che questo sia dannoso per le aziende turistiche che sono impegnate in questa attività”, dicono.


Da parte sua, Asaga Canarias propone come soluzione a questo problema la creazione di uno o più circuiti specifici per svolgere questo tipo di attività, lontano dalle zone di produzione.

Redazione