Ecco perché le ossa ai cani fanno male

Molti proprietari di cani pensano di fare un regalo al proprio amico peloso nel dargli ossa da giocare, da sgranocchiare, da masticare e da nascondere in giardino o sotto i divani del salotto. Beh non è proprio così: anche il più piccolo e all’apparenza inoffensivo ossicino, può creare molti disagi al nostro amico.

Molte persone dicono che i cani le hanno sempre mangiate le ossa, fin dall’antichità; vero, ma nei tempi passati la vita del cane era ridotta ai 5 o 6 anni al massimo, oggi, come per l’uomo, si è allungata e migliorata, molti cani arrivano a 14/16 anni di benessere in compagnia della propria “famiglia”. Poi si dice che dare un osso molto grosso tipo il ginocchio di bovino non fa male, ma il cane se si impegna riuscirà a sbriciolare anche la rotula di un mammuth, scheggiandola ed inghiottendo quindi possibili pezzettini appuntiti che potrebbero creargli non pochi problemi.

La mucosa intestinale del cane è, nonostante tutto, molto delicata e le schegge di osso possono facilmente perforarla, creando mini emorragie che in tal caso creeranno solo dei forti mal di pancia, vomito con sangue o diarrea con sangue, ma si possono anche avere delle grosse perforazioni che portano, se non diagnosticate immediatamente, a morte dell’animale per emorragia e/o peritonite acuta. (Feci e succhi gastrici ed enterici che si riversano nell’addome, morte del cane prima ancora di capire che la colpa di tutto è da dare a quell’osso che gli abbiamo dato!). Può anche arrivare un blocco intestinale, la massa delle ossa sgretolate e polverizzate forma un proprio e vero “sasso” nell’intestino del cane non permettendogli di defecare, con grandi dolori addominali e qualche volta anche piccole emorragie, anche qui spesso bisogna ricorrere ad un intervento chirurgico.

Quindi attenti a cosa date da mangiare al vostro amico a quattro zampe, e soprattutto attenti a cosa può  trovare durante una passeggiata per terra, sotto agli alberi ed in città vicino ai bidoni dell’immondizia!

(Dott. Marco Buoso)