Aumento del numero di incidenti mortali sulle strade delle Canarie

Distrazione e alta velocità al primo posto delle cause negli incidenti mortali.

Dal primo di luglio del 2018 a oggi sono stati registrati 27 incidenti mortali e 28 decessi nelle isole Canarie, come ha riferito la delegazione del Gobierno.

Visibilmente aumentati, gli incidenti mortali sono avvenuti a Las Palmas e a Santa Cruz de Tenerife, rispettivamente 16 incidenti e 16 morti e 11 incidenti e 12 morti.

Come viene specificato nella nota del Gobierno, le principali cause degli incidenti mortali sono la distrazione, l’elevata velocità e il consumo di droghe e alcol; il solo circolare a una velocità adeguata, viene precisato, potrebbe prevenire un quarto dei decessi.

Il 32% degli incidenti mortali o molto gravi, secondo i dati della DGT, è dovuto quindi a distrazioni, seguita dall’alta velocità, che contribuisce con un 26% alla mortalità sulle strade.

In considerazione di questa particolare situazione, la Unidad de Lesionados de Tráfico unitamente a quella di Medicina Generale e Urgenze dell’ospedale La Paloma ha elaborato una guida per sapere come comportarsi in caso di incidente stradale.


Il capo dell’Unità di Medicina di La Paloma il dott. José Fuentes ha fatto riferimento ai dati allarmanti pubblicati nel rapporto della Agrupación de Tráfico de la Guardia Civil, dove si rileva che ogni giorno più di 450 conducenti di automezzi risultano positivi a droga o alcol, con particolare riguardo a cannabis, cocaina e anfetamine.

Il 25% dei decessi in incidenti stradali, ha precisato Fuentes, ha una relazione diretta con il consumo di alcol e 2 su 100 conducenti si mettono alla guida dopo aver consumato alcolici o droghe.

Sapere come agire in caso di incidenti, ha sottolineato durante la presentazione della guida, è vitale per salvare le vite umane; mantenere la calma è il principale consiglio fornito dai medici dell’ospedale La Paloma, ma se si assiste a un incidente occorre comunque osservare il protocollo PAS, vale a dire proteggere, assistere e salvare.

Fondamentale è quindi chiamare un’ambulanza, sia in presenza di feriti lievi che di vittime; il 98% delle lesioni cervicali, secondo i dati del Dipartimento del Traffico, è provocato da incidenti stradali.

Questo infortunio, chiamato anche colpo di frusta, è causato dal violento movimento della testa in avanti e poi all’indietro e provoca danni a muscoli, vasi sanguigni e nervi.

Le parti del corpo che subiscono i maggiori danni sono le articolazioni e le capsule dove alloggiano,  poiché le vertebre vengono compresse prima di subire un movimento involontario di flessione, a seguire vi sono poi i muscoli, i legamenti e infine i nervi.

Ogni anno si stima che circa 250.000 persone soffrano del colpo di frusta, che, seppure di media gravità, può provocare dolore, vertigine e formicolio alle estremità.

I pazienti che non si sottopongono a cure mediche dopo gli incidenti stradali, possono subire lesioni croniche e il 3% di coloro che vengono trattati correttamente e in tempo adeguato mantengono postumi di media o elevata gravità per non aver seguito le raccomandazioni dei medici.

La delegata del Gobierno Elena Manez ha recentemente presentato un nuovo drone operativo che è in corso di sperimentazione dalla Dirección de Tráfico delle Canarie, al fine di aggiungersi al nuovo sistema di regolamentazione, gestione e monitoraggio del traffico in coincidenza con il periodo estivo, quando i flussi sulle strade aumentano significativamente.