A breve finisce l’isolamento di Caserio de Las Fuentes

Dopo 18 mesi di lavoro, la strada che collega Caserio de Las Fuentes al resto di Tenerife sta per essere ultimata e già da settembre il suo transito è stato aperto a coloro che vivono o lavorano nel villaggio, purché con veicoli leggeri e al di fuori dell’orario in cui gli operai sono impegnati.

Mancherebbe di fatto il livellamento del manto stradale e la realizzazione di cordoli e punti di attraversamento, poi si possono considerare terminati i lavori.

Caserio Las Fuentes, nel comune di Guía de Isora, è un sito di rilievo etnografico a circa 1.000 metri di altitudine, non lontano da Barranco de Erques e quasi direttamente sopra Tejina de Isora, dietro alla montagna Tejina.

Las Fuentes mostra tutte le caratteristiche delle tipica vita di villaggio delle generazioni passate di Tenerife, con i pozzi e le cisterne da cui attingere acqua e dai quali deriva il suo nome, con i forni comunali, la trebbiatura svolta ancora tradizionalmente e le numerose grotte che l’amministrazione locale ha cercato di preservare con interventi di recupero.

Il ripristino della strada di collegamento a tutto il resto dell’isola ha comportato un investimento di oltre 1 milione di euro, cifra che rientra nel progetto del Cabildo relativo alle opere rurali del 2018 di oltre 4 milioni di euro e relativo a strade e irrigazioni; di fatto questo rappresenta il più grande investimento nella storia dell’amministrazione destinato a fornire sostegno agli agricoltori e a mantenere viva la campagna.

Il consigliere Morales ha precisato che nel caso di Las Fuentes la pavimentazione e il miglioramento della principale strada di accesso andranno a beneficio di circa 25 ettari di terreno rurale coltivato a viti e patate.


Il turismo rurale infine è una chiave importante seppure di nicchia, che potrà svilupparsi grazie alla possibilità di raggiungere uno dei paesaggi più unici, caratteristici e meglio conservati delle zone meridionali dell’isola.