Le previsioni per la stagione turistica invernale

Terminato il periodo estivo, alle Canarie sta per iniziare la stagione invernale, dando il cambio a tipologie di turisti diversi che, per i prossimi mesi, saranno per lo più provenienti da Regno Unito, Germania e paesi del nord Europa in generale.

Il Ministro del Turismo delle Canarie Isaac Castellano stima che il numero di posti sui voli di linea per le isole, durante la prossima stagione invernale, aumenterà del 9,1% ovvero di 711.000 persone in più.

Ad aumentare sarà sia il turismo proveniente dalla penisola, con 230.000 persone in più, sia quello proveniente dal resto del mondo, con 480.000 persone in più rispetto all’anno precedente.

A dispetto di quanto ipotizzato durante la stagione estiva, quando si stimava che la riapertura del mercato nordafricano avrebbe provocato perdite di entità da lieve a moderata in termini di numero di turisti, alcuni fatti incresciosi hanno seminato l’allarme tra i potenziali visitatori che hanno così scelto di nuovo le Canarie per le vacanze invernali.

Ad esempio tra le strutture promosse da Thomas Cook in Africa, i casi di diarrea provocati da carne pericolosamente cruda e da elevati livelli di sporcizia nei ristoranti, oltre alla morte di una coppia allo Steigenberger Aqua Magic a Hurghada presumibilmente per avvelenamento da monossido di carbonio, hanno costretto il big dei tour operator a far rientrare 300 turisti.

Sia Cook che la proprietà tedesca dell’hotel Steigenberger hanno affermato che sono in corso le indagini circa la fornitura di acqua e cibo e sui sistemi di climatizzazione, dopo che diversi ospiti hanno riferito di problemi allo stomaco e alle vie respiratorie.


E per le previsioni della imminente stagione invernale è bene considerare che il Regno Unito comincerà a staccarsi dalla UE, togliendo alle isole Canarie, con le quali si sono interrotti i voli della Monarch e Primera Air, un 2,6% di presenza, ma riguardo ad esempio alla Germania i voli della TUI Fly saranno invece rafforzati sia a Fuerteventura, che a Gran Canaria e Tenerife, ma così come per Capo Verde, Hurghada e Marsa Alam dove la compagnia aerea ha aggiunto diverse opzioni di voli.

Thomas Cook manterrà i programmi di volo tra Canarie e 22 aeroporti tedeschi, includendo anche Kassel e Saarbrücken, mentre Sun Express, Small Planet e Germania hanno migliorato le offerte per Egitto e Turchia.

Novità della stagione invernale sarà invece la nuova alleanza tra Easyjet e Ryanair attraverso LaudaMotion, con nuove tratte per le isole Canarie.

Il gruppo tedesco Der Touristik, che nell’Arcipelago opera con operatori come ITS, Jahn Reisen, Dertour, Meier e Travelix, svilupperà le sue connessioni con la Germania da 22 aeroporti e dalla stagione estiva 2018 anche da Germania a Puerto Plata e Samanà, nel nord della Repubblica Dominicana.

I proprietari di Labranda Hotels, FTI, mantengono gli operativi da 23 aeroporti e incrementano la propria offerta da Monaco e Lipsia verso Agadir, Hurghada e Marsa Alam, da Colonia, Lipsia e Basilea a Dubai; la controllata filiale di TUI specializzata in turismo da crociera, lancerà nuovi pacchetti da Dusseldorf a Monaco per la Repubblica Dominicana, Barbados e Jamaica e per Dubai.

Infine Alltours e Schauinsland-Reisen hanno annunciato di non avere apportato alcuna modifica per la prossima stagione invernale rispetto a quella passata.

Franco Leonardi