Da novembre 2018 obbligatori i controlli periodici degli ascensori

Il Gobierno delle Canarie ha recentemente annunciato che da novembre di questo anno tutti gli ascensori, che nell’Arcipelago sono oltre 30.000, dovranno essere oggetto di ispezioni periodiche per garantirne la sicurezza tecnica.

Il nuovo decreto che regolamenta i controlli degli impianti di risalita, entrato in vigore a settembre, stabilisce che gli ascensori non ispezionati siano messi fuori servizio, con obbligo dei rispettivi proprietari, siano essi entità giuridiche o individuali, di effettuare al più presto il controllo entro 2 mesi dall’atto di notifica.

Il decreto è stato introdotto dopo che il Gobierno nazionale aveva approvato una legge che impone alle comunità autonome della Spagna di trasporre i regolamenti in leggi regionali; le Canarie, dopo le Asturie, sono la seconda comunità autonoma a farlo.

Il messaggio che arriva da Madrid è piuttosto chiaro: occorre garantire la sicurezza degli ascensori e soprattutto dei loro utenti.

Il ministro di Economia, Industria e Commercio delle Canarie, Pedro Ortega, ha affermato che gli ascensori potrebbero già subire dei fermi nel mese di novembre, se i proprietari non dovessero aver rispettato i regolamenti o se le ispezioni dovessero evidenziare gravi difetti negli impianti.

Le multe per il mancato rispetto del nuovo decreto sono state fissate in cifre che arrivano al massimo a 3.000 euro, sanzioni che Ortega ha paragonato a quelle previste per le mancate revisioni delle autovetture, anch’esse basate sulla promozione della sicurezza degli utenti.


Gli ascensori negli edifici pubblici, e quindi sottoposti a maggior usura, dovranno essere ispezionati una volta ogni due anni, mentre edifici con oltre 20 appartamenti o con più di 4 piani, dovranno essere controllati ogni 4 anni, ogni 6 invece per complessi residenziali minori.

Il ministro Ortega ha inoltre sottolineato che le ispezioni dovranno essere eseguite da aziende specializzate, individuate in numero di 14 società private, che combinino qualità dei servizi offerti a costi contenuti, al fine di incentivare i controlli.

La fascia di prezzo ideale dovrebbe essere tra i 70 e i 120 euro a seconda delle caratteristiche specifiche dei diversi ascensori.

Al fine di trovare gli ispettori accreditati è possibile contattare la ACEICO, Asociación Canaria de Entéades de Inspección y Control, o la ENAC, Entitad Nacional de Acreditación.

Michele Vieri