L’Avenida Juan Carlos I, nel cuore di Los Cristianos, di fronte alla fermata degli autobus, si è trasformata da tempo in un vero e proprio “auto salone” all’aria aperta. Ci sono diversi modelli e prezzi, anche di alta gamma, esposti al pubblico. I veicoli occupano il parcheggio pubblico con la scritta “se vende”, e restano giorni, o anche settimane, sullo stesso posto.

A questo proposito, sembrava che il Municipio avesse provveduto a rimuovere delle auto, ma questo non sembra aver avuto effetto, perché fino a ieri nella stessa zona ce n’era almeno una ventina. Il fenomeno si è intensificato anche in conseguenza della crisi economica, o perché i proprietari non possono più permettersi di mantenerle, o stanno rientrando al loro paese. Ma in mezzo ai privati c’è sicuramente chi fa affari…

Al momento non vi è alcuna ordinanza che vieta questa attività, anche se la città non permette la vendita ambulante in luoghi pubblici. In realtà questo sistema fa una concorrenza sleale ai rivenditori ufficiali del settore, come alcuni distributori di benzina e officine che vendono auto di seconda mano.

Il Comune di Arona vuole risolvere la situazione, forse utilizzando l’ordinanza comunale che vieta la vendita ambulante nei luoghi pubblici, anche se nulla impedisce di mettere un cartello sulla propria macchina per venderla. Sembra che la polizia locale abbia istruzioni per rimuovere “selettivamente” quei veicoli che sostano per più giorni sullo stesso posto, per multarli e portarli al deposito comunale di Los Cristianos.

Anche il Comune di San Miguel de Abona modifica l’ordinanza comunale per regolamentare la vendita di veicoli in spazi pubblici, per esercitare un’attività di controllo di persone che approfittano di un vuoto giuridico per sviluppare questo business.

Sarà quindi necessaria un’autorizzazione da richiedere al Comune, che dovrà essere esposta in un luogo ben visibile all’interno del veicolo, con sanzioni in caso d’infrazione che vanno da € 750 a € 1.500, a seconda della gravità del reato.