Questo mese voglio parlarvi della nostra “sorellina”… l’isola Gomera, che, per chi risiede al sud di Tenerife, è una costante presenza che caratterizza il panorama. Nelle giornate più limpide si ha la possibilità addirittura di vederne i molteplici colori come in un dipinto, e spesso ha sempre come “cappello” un po’ di nubi che sembrano quasi proteggerla. Per chi è stato a Los Gigantes, e in particolare a Masca, può ben immaginare cosa lo aspetta se decide di andarla a visitare. Posso dire che per molti aspetti il territorio è quasi identico anche se più in grande. Per raggiungerla basta prendere il traghetto che parte da Los Cristianos, le compagnie di navigazione Naviera Armas e Fred Olsen offrono un ottimo servizio a prezzi abbordabili, soprattutto per i residenti. Solo 18 km di mare ci separano e in un’oretta, mezz’ora con l’aliscafo, si è catapultati in un altro ambiente, più selvaggio e meno abitato, dove non esistono grossi centri turistici.

A mio parere le strade deve averle progettate e costruite un motociclista…, le larghe carreggiate, l’asfalto perfetto e le incredibili curve fanno di La Gomera un vero paradiso per gli appassionati di moto. Ed è con questo mezzo che ho deciso di andarla a visitare in compagnia di altri amici e me ne sono subito innamorato.

Sbarcati dal traghetto, abbiamo deciso di percorrerla in senso antiorario, anche se consiglio di prendersi qualche giorno per visitarla bene. L’isola è piccola e in giornata si può girarla tutta, senza correre ma lasciandosi trasportare dalle strade e godendo della natura e del paesaggio.

Da San Sebastian iniziamo a percorrere la carretera del norte e inizia il vero divertimento, le moto accompagnano senza nessuna difficoltà la guida, l’asfalto è perfetto per la sua tenuta e le curve regalano emozioni incredibili. Raggiunta Roque el Rajo entriamo direttamente nel bellissimo parco nazionale del Garajonay, la vegetazione rigogliosa ricorda le foreste pluviali e dopo una piccola sosta torniamo indietro verso la Hermigua a visitare la piscina naturale e poi Agulo, un paese incantevole tutto bianco, per dirigersi infine a Vallehermoso. Percorriamo la strada in mezzo ai bananeti in direzione della Playa dove ci fermiamo a prendere un caffè. Sarebbe bello organizzarsi per andare a visitare con la barca Los Organos, una scogliera a picco sul mare che ricorda le canne degli organi da chiesa,  ma il tempo è tiranno e i motociclisti si trovano sempre più a loro agio sulla terraferma che in mare… eh eh eh eh. Da qui ci rendiamo conto di quanto è alto il Vulcano Teide, di fronte abbiamo Tenerife ed è incredibile guardarla da questa prospettiva.

Curve, curve e ancora curve. Decidiamo di scendere a Valle Gran Rey e restiamo completamente senza fiato per la bellezza di questa valle, rifarei la strada una decina di volte su e giù ma alla fine decidiamo di fermarci per pranzare in un ristorantino proprio al porto vecchio, ammirando i colori delle barche di legno dei pescatori. Dopo un ottimo pranzo a base di pesce siamo di nuovo in sella in direzione Alajero. La strada passa in mezzo ai boschi, alcuni talmente fitti che sembra quasi notte, e scendiamo, senza sostare un minuto, a Playa Santiago e poi ancora su per la foto di rito al mirador della Roque de Agando… Uno sguardo all’orologio ci fa capire che potremmo essere in ritardo e che rischiamo di perdere il traghetto di ritorno e quindi via in discesa, tipo montagne russe, lasciando correre la moto verso San Sebastian… arriviamo giusto in tempo per salire… quasi ultimi!!!

Il “pacioso” traghetto ci sta riportando a Los Cristianos e tra una risata e l’altra ci scambiamo le emozioni di questa incredibile giornata che resterà impressa (anche nei nostri filmati) per sempre, per la bellezza dell’isola di La Gomera, per l’amicizia e per il gruppo motociclistico.


Consiglio a tutti di visitare l’isola del Silbo Gomero, così chiamata per la particolare forma di comunicazione che hanno gli abitanti, appunto con i fischi, dove riescono a comporre più di 5000 “parole” e dove l’Unesco l’ha dichiarata patrimonio dell’umanità.

Naturalmente tutto il percorso è fattibile anche con le auto ma permettetemi di dirlo… non è la stessa cosa!!!

(Maxxx – Lobos de Canarias)

http://www.tourcanary.com

http://www.turismodecanarias.com/islas-canarias-espana/oficina-turismo/isla-de-la-gomera/