Perché si produce l’infezione delle vie urinarie?

L’infezione di urina è provocata dall’invasione dei microorganismi nel tratto urinario.

Può prodursi per due vie differenti: per la parte inferiore delle vie urinarie (apertura nella punta del pene o dell’uretra, a seconda che si tratti dell’uomo o della donna), che è il caso più frequente, o attraverso il flusso del sangue e in questo caso l’infezione affetta direttamente i reni.

Le infezioni delle vie urinarie più comuni sono prodotte da batteri, però si possono presentare anche a causa di virus, funghi o parassiti.

Il batterio che normalmente causa infezione è chiamato Escherichia coli, che normalmente vive nell’intestino.

Per questo motivo è molto importante mantenere una flora batterica equilibrata, questo aiuterà per un buon 90% dei casi a evitare che questa infiammazione urinaria prenda il sopravvento.

Nel caso degli uomini, le infezioni più frequenti sono dovute alla prostata.


Nelle donne sono le infezioni della vescica in seguito a relazioni sessuali o per un’igiene scorretta.

Le infezioni ricorrenti della vescica nelle donne sono dovute in genere a una connessione anomala tra la vagina e la vescica.

I principali tipi di infezioni sono:

Batterica: quando si ha la presenza di batteri nelle analisi delle urine.

Infezione del tratto urinario inferiore, sono di vario tipo: la cistite si produce nella vescica, mentre la uretrite si produce nell’uretra.

Nel caso degli uomini, l’infezione urinaria può prodursi nella prostata (prostatite) o nei condotti incaricati della produzione e escrezione del seme.

Infezioni del tratto urinario superiore: si chiamano così le infezioni più gravi, come la nefrite acuta, che colpisce i reni.

Infezioni urinarie non complicate: sono infezioni banali che non presentano altre patologie, come la cistite.

Infezioni urinarie complicate: quando esistono altre patologie come alterazioni metaboliche, immunodepressione o l’apparizione di patogeni inusuali.

Questo tipo di infezione può colpire sia le bambine che la donna in gravidanza e anche gli uomini.

Infezioni urinarie ricorrenti: sono infezioni che tornano ripetutamente e sono causate dallo stesso microrganismo o per altri differenti.

Infezione urinaria cronica: quando non termina di scomparire nonostante il trattamento.

Ci sono molte piante e rimedi naturali che possono aiutare a prevenire e contrastare questa sgradevole infezione.

Il mio primo consiglio quando mi trovo un paziente con questo problema è consigliare di assumere FERMENTI LATTICI ossia prebiotici e probiotici per rigenerare la flora batterica intestinale e vaginale.

Inoltre come ho sempre ribadito, quando siamo in presenza di una forte flora batterica il nostro sistema immunitario risulta meno vulnerabile agli attacchi esterni da parte di batteri e virus.

Tra le  piante troviamo il CRANBERRY o mirtillo rosso, ricco di composti fitochimici, funge da antibatterico urinario, impedendo ai batteri di aderire alle pareti della vescica e di proliferare nell’organismo, in particolare le proantocianidine (tannini condensati) presenti nel succo di mirtillo, modificano la composizione chimica dell’urina, in modo da inibire l’aderenza dei batteri.

SEMI DI POMPELMO: l’efficacia antibiotica ad ampio spettro dell’estratto è ormai riconosciuta da numerose ricerche scientifiche, in fitoterapia è considerato uno dei rimedi elettivi nella cura delle malattie da raffreddamento e dei disturbi del tratto urogenitale come la cistite e la candida.

I semi di pompelmo, infatti, non indeboliscono il sistema immunitario e non danneggiano la flora batterica come invece spesso alcuni farmaci fanno.

UVA URSINA: può essere considerata un antisettico assai attivo da utilizzare ogniqualvolta vi sia un’infiammazione o infezione delle vie urinarie, in quanto è in grado di determinare un’azione antibatterica, antinfiammatoria e calmante lo stimolo continuo della dolorosa minzione.

TREE TEA OIL: l’olio essenziale ha un forte potere antibatterico, per uso interno viene impiegato per la sua potentissima proprietà antibiotica, ad amplissimo spettro, eliminando batteri, virus, microbi e infezioni fungine.

Infine è bene ricordare che una dieta equilibrata, eliminando gli zuccheri e uno stile di vita salutare possono certamente aiutare a prevenire le infezioni urinarie, ricordando che è importante non trattenere l’urina e bere acqua in modo abituale visto che favorisce la diuresi.

D.ssa Laura Nardi