Un dolce Carnevale con i sapori di casa

Ma siamo già a Carnevale, appena passato il Natale e il Capodanno e già siamo qui a mascherarci.
E allora prepariamo i dolci di carnevale: sai, per esempio in quanti modi diversi vengono chiamati ?

Crostoli (a Treviso e a Vicenza, in Trentino e in Friuli), Chiacchiere di Carnevale (in Lombardia, Sicilia, Campania, Umbria), Galani (a Venezia, Verona e Padova), Frappe (a Roma e Ancona), Rosoni (a Bologna e in Romagna) oppure Bugie (a Genova, Torino e Asti).

 

Ingredienti:

1 chilo di farina;
100 grammi di burro;
1 uovo e 3 tuorli;
2 bucce di arancia;
1 bustina di vanillina;
1 cucchiaio di bicarbonato;
1 cucchiaino di lievito;
1 pizzico di sale, 4 cucchiai di zucchero e liquore tipo grappa

 

Come si fa:

Mettete il burro in un pentolino e fatelo fondere.


Versate la farina su una spianatoia, create un cratere nel mezzo e versateci le uova, la grappa, il burro fuso, la vanillina e un cucchiaio di bicarbonato e un cucchiaino di lievito.

Amalgamate il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Una volta che si è formata una palla di pasta, avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciate riposare per un’ora.

Trascorso il tempo necessario, stendete la pasta con un mattarello fino a farla diventare una sfoglia sottile, quindi ritagliatela con la rotella nella forma preferita, di solito rettangoli irregolari.

Versate l’olio in una padella con i bordi alti e fatelo riscaldare, quando é caldo metteteci i crostoli e fateli friggere finché non sono dorati e hanno formato delle bollicine in superficie.

Prendete e sgocciolate i crostoli su un pezzo di carta assorbente.

Spolverateli a piacere con lo zucchero a velo e godeteveli caldi o freddi.