Che il motore economico dell’isola sia il turismo è evidente. Ma all’interno della diversità dei visitatori che vengono ogni anno a Tenerife, il lusso rappresenta una quota significativa e si mette in evidenza, in particolare, per le spese fatte durante il soggiorno. Lo scorso anno le entrate derivanti dai turisti che soggiornano in alberghi a 5 stelle è stato di circa 495.300.000 €, pari al 14% dei visitatori totali.

Secondo i dati del Cabildo di Tenerife, gli hotel a cinque stelle hanno 11.720 posti letto, e rappresentano l’8,8% delle strutture ricettive di tutta l’isola.

Nel 2012 i turisti che hanno soggiornato in hotel 5 stelle rappresentavano il 10,1% di tutti i turisti nell’isola. Questo segmento ha mantenuto uno sviluppo molto positivo negli ultimi tre anni, con una crescita superiore alla media. Nella prima metà del 2013 Tenerife mantiene un’evoluzione molto favorevole di clienti ospitati in alberghi a 5 stelle, accumulando una crescita costante di circa il 10%.

Durante i primi sei mesi di quest’anno, la clientela più selezionata sono i turisti inglesi, seguita dagli spagnoli, tedeschi e russi. A seguito di questi mercati si trovano i belgi, francesi, olandesi e turisti svedesi.

Al momento dell’arrivo, il turista che alloggia nel 5 stelle spende più della media negli extra alloggiativi, ristoranti, shopping, trattamenti benessere, noleggio auto, sport e trasporti pubblici. Tra questi, la spesa in trattamenti di salute è quattro volte superiore a quella del turista medio. Tra le motivazioni del suo viaggio nell’isola troviamo il clima, l’accessibilità e la vicinanza, le caratteristiche dell’alloggio, i relax offerti.