Si deve arrivare a Vilaflor e proseguire per la statale TF 21 fino al quarto tornante, dove si trova un cartello che indica l’inizio del sentiero. Divertente e facile (ma non breve) percorso circolare sul versante sud-ovest del Parco Naturale della Corona Forestale del Teide, che concentra la più importante roccaforte di pini endemici dell’isola. Il paesaggio lunare è composto da pietre scolpite ed erose dai venti dominanti da secoli, di pomice, che ricordano forme fantasiose che assomigliano a strane guglie, che qui oltre a essere molto conosciute, vengono chiamate “le damigelle”. Parte del percorso di Vilaflor corre parallelo al Barranco de Madre del Agua, dove si possono vedere grandi e robusti esemplari di pino delle Canarie. Godetevi il paesaggio e i profumi della natura. In questo spazio nascono molti dei barranchi che costituiscono la rete di drenaggio del nord e del sud di Tenerife, quindi ha un ruolo eccezionale nella raccolta delle acque e difesa del suolo contro l’erosione. Vilaflor è una zona di eccezionale bellezza e valore paesaggistico. Attenzione a non parcheggiare la macchina nella strada sterrata, il 99% delle volte che l’ho fatto ho trovato una multa, pienamente giustificata. Il percorso dura circa 6 ore, ma con dolci salite e discese.