Per poter ammirare le note finestre di Güímar, seguiamo le indicazioni per andare a la Laderas de Güimar, ma poi saliremo molto più in alto per la pista di Anocheza. Una volta a Güimar ascenderemo per la vecchia strada verso il Mirador de Don Martin, e dopo circa 50 o 60 metri volteremo a destra per la pista di Anocheza. Si continua a salire fino a una fila di abeti lunga un centinaio di metri, e, prima della fine della linea, si svolta a destra trovando il sentiero. La strada seguirà un canale incontrando diverse gallerie, alcune abbastanza lunghe e senza aperture, quindi abbiamo certamente bisogno di torce elettriche.

Dapprima ci si potrà servire di una catena sulla parete per attaccarsi e spostarsi in modo più sicuro, ma la catena terminerà prima di raggiungere la prima galleria. Questo tunnel, che dobbiamo percorrere, è di circa 200 metri, e quando usciamo dobbiamo seguire la strada lungo il canale. Si passa attraverso diverse piccole gallerie per raggiungere la parte più impressionante del tour, dove ci sono delle finestre da cui si vede la Valle di Güimar.

Dopo questo punto il tunnel successivo è abbastanza stretto e inizia con una leggera curva. E’ più corto del primo, ma un po’ più difficile da passare. Si prosegue fino a raggiungere un punto in cui ci sono due opzioni:

– Sulla sinistra vediamo un altro tunnel buio da cui esce un tubo di plastica che porta l’acqua, ed all’interno del quale vi è una certa quantità di vapore: entrando dà l’impressione che manchi l’aria, ed è più lungo rispetto a quelli precedenti.

– Andando dritto attraverso una galleria con finestre e quindi ben illuminata.

Se continuiamo lungo il tunnel buio, arriviamo ad un burrone, in cui vedremo verso l’alto un edificio abbandonato. Proseguire lungo il canale girando intorno ai pini per giungere ad una strada sterrata che scende fino al villaggio.


Se continuiamo sull’altro tunnel si arriva ad un burrone, in cui seguiamo un sentiero che scende verso la Hidro di Güimar. Da qui proseguiremo scendendo verso il quartiere di San Juan. Seguendo comunque una delle due opzioni, si arriva a Güimar per riprendere la vecchia strada dove abbiamo lasciato il nostro veicolo.