La bellissima Fuerteventura

Fuerteventura è la seconda isola più grande dell’arcipelago delle Canarie e la più antica dal punto di vista geologico. Durante la sua esistenza, numerose eruzioni vulcaniche e l’effetto dell’erosione l’hanno trasformata in un’isola molto arida, come una sorta di deserto galleggiante nell’Atlantico.

La sua vicinanza al continente africano e al deserto del Sahara (97 km), hanno contribuito ad accentuare questa caratteristica.

D’altra parte, Fuerteventura è l’isola dell’Arcipelago con un’enorme quantità di spiagge, la maggior parte delle quali sono state formate da madre natura.

Dei 326 chilometri di costa, 77 sono zone balneari, che danno all’isola il più grande perimetro di spiagge dell’arcipelago delle Canarie.

Le condizioni atmosferiche di Fuerteventura l’hanno posizionata come una destinazione molto popolare per gli amanti del windsurf e del kitesurf, ma al di là dell’aspetto sportivo, Fuerteventura è una destinazione che accoglie spiagge naturali infinite, molte delle quali deserte e poco frequentate, dove è possibile rilassarsi ed entrare in contatto con la natura più pura.

Caleta del Marrajo è una di queste spiagge incantate ed isolate, al nord di Fuerteventura, verso la zona di Cotillo.


E’ una spettacolare cala vergine di sabbia bianchissima e poco profonda, dove l’acqua è così cristallina da potersi definire quasi come una piscina naturale: una meraviglia della natura, fa parte di Los Lagos, un gruppo di bellissime insenature che si estendono per 4 km.

Con un’estensione di poco più di 200 metri e una larghezza di 70 metri, è una spiaggia a basso affollamento, anche in estate, che la rende perfetta per lo scollegamento totale.

Il faro di Tostón, costruito nel 1897, è visibile dalla costa.

Spostiamoci di poco, ancora all’estremo nord di Fuerteventura, sempre vicino al villaggio turistico e di pescatori di El Cotillo.

Sempre mare cristallino e turchese, sabbia dorata e molto vento per il windsurf o il kiteboarding.

Alcune delle spiagge più conosciute nella zona di Cotillo sono La Concha e Los Lagos, situate a nord del paesino di El Cotillo e a sud, Piedra Playa, lunga più di due chilometri.

Queste spiagge naturali sono protette da una barriera corallina e hanno piccole onde, il che le rende molto frequentate dalle famiglie.

La spiaggia di Piedra Playa, è una delle spiagge situate a sud di El Cotillo.

Qui si assiste di nuovo ad una sabbia bianco/oro e ad un mare molto più turchese, ma con le forti onde caratteristiche della costa occidentale di Fuerteventura.

Aljibe de la Cueva, sempre in zona, è solitamente frequentata dai surfisti, ma la sua estensione di più di mezzo chilometro garantisce spazio sufficiente per tutti.

Si raggiunge percorrendo una strada sterrata in buone condizioni e ci sono parcheggi a circa 50 metri dalla spiaggia. Ricordatevi di portare con voi le provviste perché questa spiaggia non ha servizi o ristoranti, così come non c’è il servizio di sicurezza marittimo.

Redazione