Per gli amanti dei dolci italiani 

È stato un caso fortunato conoscerlo!

Stavo cercando una torta per la solita festa a sorpresa per il solito amico che fa finta di non sapere niente quando entrando a casa trova gli amici che, in coro, gli cantano gli auguri.

I dolci canari, almeno per me, non sono un gran che, molto dolci: molta glassa zuccherosa, molta panna industriale dolcissima, un vero e proprio festival dello zucchero.

Stavo già pensando di risfoderare le vecchie ricette di mia nonna e far una crostata con la marmellata di ciliegie.

Buona, però un po’ squalliduccia per un compleanno, quando mi è capitato tra le mani un bigliettino da visita: “Mamma di casa – Francesca”, dolci italiani a domicilio.


Non ci ho pensato molto, ma non mi fidavo neanche.

Non volevo certo fare brutta figura con gli amici!

Forse non tutti sanno, a me l’ha detto il pasticcere dell’Hilton di Roma, il sig. Carlo, che per mettere alla prova un pasticcere è quello di fargli fare i cannoli siciliani, come per verificare la bravura di un gelataio è quello di fargli fare il gelato al cioccolato.

La ricotta dei cannoli non deve essere molto dolce, contrariamente a quanto si trova in commercio. D’altra parte posso dire di aver assaporato i migliori cannoli del mondo: a Piana degli Albanesi, in Sicilia, c’è un bar famosissimo che fa dei cannoli strepitosi.

Così, forte di queste esperienze gustative, telefono e ordino sei cannoli siciliani per il giorno dopo. Puntualmente, Fabio, il marito di Francesca, il giorno dopo arriva con i cannoli.

Ci conosciamo un po’ parlando della sua attività.

Entrambi pasticcieri, lei figlia di pasticceri che a loro volta erano figli di pasticceri e così via, come i notai che tramandano la loro arte per generazioni.

Assaggio il primo cannolo e… accidenti, non ci credevo!

Quel sapore mi ha ricordato quello siciliano di Piana degli Albanesi.

Perfetto!

Ho immediatamente ordinato la torta di compleanno e posso dire che è stata molto gradita.

Fabio e Francesca hanno un laboratorio attrezzato in un’ala della loro casa (molto grande), hanno tutti i permessi e sono in regola con la sanità.

Loro stanno anche su facebook, dove è possibile ammirare tutte le loro composizioni e i tipi di torta e biscotti e altri dolci che preparano su ordinazione.

Successivamente si sono iscritti all’A.P.I.C.E. e spesso hanno fornito i loro prodotti nelle manifestazioni indette dall’associazione italiana.

Stefano Dottori