Votazioni amministrative: un candidato per l’alcaldia di Santa Lucia.

L’unico candidato, per l’alcaldia di Santa Lucia, che ha avuto il buon gusto di venirci a trovare alla sede dell’A.P.I.C.E. è stato Julio Ojeda che è consapevole dell’importanza della presenza italiana sull’isola.

Lo scopo della sua visita è stato quello di presentare una parte del suo staff che era al suo seguito e per descriverci il programma che intende sviluppare nel caso riesca ad essere nominato.

Il suo partito è il PSOE, diciamo socialista, ma questo poco importa perché la cosa che a noi italiani interessa è una politica che possa integrarci ed aiutarci a realizzare i nostri bisogni.

Ma vediamo quali sono i suoi punti forti del programma:

  1. Ricchezza economica e sociale – Con un modello produttivo avanzato, diversificato e trasformativo si vuole generare occupazione e imprenditorialità. Promuovere un modello di ricchezza sostenibile, considerando che, se non vi è alcun progresso sociale, difficilmente si potrà raggiungere il progresso economico.
  2. Coesistenza e diversità come elementi identificativi della ricchezza di Santa Lucia. Generazione di nuovi modelli di coesistenza e integrazione.
  3. Leadership culturale ed educativa. Promuovere l’implementazione di pedagogie innovative, collegando la crescita economica allo sviluppo culturale, trasformando Santa Lucia in un comune che sia di modello per talento creativo ed educativo.
  4. Comunicazione e tecnologia, comprensione delle tecnologie come opportunità per la generazione di ricchezza economica e come elemento per promuovere la comunicazione e la partecipazione dei cittadini.
  5. Innovazione e trasformazione politica e sociale. La gente, sempre, al centro della gestione politica e della generazione di risorse per la supervisione cittadina della gestione municipale.

Un bel programma senza dubbio che è possibile approfondire sul sito https://juliok.es/ che consiglio di andare a vedere.

Le iniziative sono molteplici e, riguardo alla questione dell’integrazione, bisogna ammettere che, nelle intenzioni, anche gli italiani avranno la loro considerazione.


Quando poi si è parlato delle case è sorto il problema della difficoltà di trovare appartamenti in affitto dato che i proprietari preferiscono locare le loro proprietà come case-vacanza e non per lunghi periodi a livello residenziale.

C’è, pertanto, la necessità di pensare ad una regolamentazione degli affitti delle case.

Abbiamo proposto che, nel caso di elezione, l’A.P.I.C.E. studierebbe una legge che possa risolvere la questione senza cadere nelle spiacevoli situazioni che minacciano i proprietari di case in zona turistica a San Bartolomé.

Il nostro candidato ha accettato di buon grado il nostro intervento come valido sostegno per una fattiva collaborazione futura.

Date un’occhiata al suo programma, ne vale la pena!

Comunque, qualunque sia il candidato che più vi convince, ricordate di andare a votare: l’unione fa la forza.

di Stefano Dottori