Defiscalizzazione della pensione: possedere un immobile è una limitazione?

Possedere dei beni in Italia non è, e non può essere, di ostacolo alla defiscalizzazione della pensione.

La norma fiscale che consente la detassazione della pensione non ha nulla a che vedere né con la capienza patrimoniale del pensionato, né con la proprietà o meno di immobili nel Paese di provenienza.

Come ormai è noto, il principio di diritto prevede che sia lo Stato di residenza fiscale del contribuente (pensionato) ad avere la capacità impositiva sui redditi prodotti, ossia il diritto ad esigere i tributi su tutti i compensi percepiti dentro e fuori dal territorio.

Cosa significa residenza fiscale?

Il domicilio è il luogo in cui una persona stabilisce la sede principale dei suoi affari e dei suoi interessi, mentre la residenza anagrafica è quello in cui una persona ha la sua dimora abituale.

Orbene, per determinare se si è residenti fiscalmente nelle Canarie, nel nostro caso a Lanzarote, è necessario stabilire il proprio domicilio nell’isola, prendere la residenza e permanere per almeno 183 giorni all’interno del territorio.


Una volta acquisito lo status di residente, trascorso quindi il periodo minimo, diverrà obbligatoria presso Hacienda la presentazione della dichiarazione di tutti i  redditi percepiti, ergo anche della pensione.

Questo significa, almeno all’inizio, dover dichiarare in Spagna la pensione erogata e ancora tassata in Italia.

A seguito dell’emissione del certificato di residenza fiscale da parte dell’Agencia Tributaria , sarà possibile chiedere la defiscalizzazione in Italia, con il relativo rimborso da parte dell’istituto previdenziale delle tasse versate nelle more dell’evasione della pratica.

Il presupposto dei 183 giorni

Sino a questo punto, seppur con le difficoltà del caso, il procedimento è abbastanza lineare.

Questione a parte per coloro che possiedono beni immobili o redditi diversi dalla pensione in Italia.

Al momento dell’avvio della pratica di defiscalizzazione della pensione, e quindi nel momento in cui si chiede il rilascio del certificato di residenza fiscale, Hacienda effettua il controllo dei predetti requisiti.

Per procedere al calcolo dei 183 giorni, e identificare la data iniziale di effettiva residenza, gli addetti dell’agenzia spagnola spesso si basano sulla data di rilascio del NIE verde, che non è detto corrisponda alla data di inizio del reale soggiorno.

Normalmente, il connazionale che si trasferisce necessita di diverso tempo prima di potersi stabilire definitivamente, e questo indipendentemente dal fatto che possa ottenere più o meno rapidamente il NIE.

In alcuni casi possono passare anche diversi anni prima che l’interessato decida di procedere con l’inoltro della domanda di defiscalizzazione.

Nel caso in cui egli non sia in grado di dimostrare che sia uscito dall’isola, e che quindi non si siano compiuti i termini minimi di permanenza, Hacienda lo considererà come contribuente obbligato alla presentazione della dichiarazione dei redditi. 

Quindi, l’agenzia spagnola potrebbe ritenersi legittimata a richiedere la dichiarazione per quegli anni computabili a partire dalla data di emissione del NIE (in mancanza di dimostrazione contraria da parte del malcapitato).

La mancata dichiarazione dei redditi comporta una sanzione, ma soprattutto se si dichiara di essere fiscalmente residenti nelle Canarie, o se si viene riconosciuti come tali, la dichiarazione dei redditi spagnola dovrà essere corredata anche dell’apposito modello 720 per dichiarare le proprietà situate all’estero, ovvero anche in Italia.

Le difficoltà che alcune persone hanno già incontrato, al momento della presentazione della richiesta del certificato di residenza fiscale, derivano, il più delle volte, dal fatto che Hacienda contesti la mancata presentazione della dichiarazione dei redditi per gli anni precedenti.

E’ opportuno, dunque, evidenziare che il riferimento alle proprietà immobiliari situate in Italia non attiene alla possibilità o meno di defiscalizzare la pensione, ma alla sanzione che deriva dalla mancata integrazione di questi beni nella dichiarazione dei redditi spagnola. 

In conclusione: possedere un immobile non è di ostacolo alla defiscalizzazione della pensione, ma la mancata dichiarazione, tramite il relativo modello 720, può dare luogo a sanzioni da parte dell’agenzia tributaria, e creare “intoppi” al momento della richiesta di evasione della pratica. 

Avv. Davide Felici    Avv. Melissa Carusi