Itinerario circolare di Acusa

Itinerario panoramico verso i villaggi con case-grotte delle antiche Canarie

Il nostro percorso ci porta attraverso una stretta stradina di montagna ad un altopiano e presenta uno degli angoli più remoti dell’isola. Le case di grotte di Acusa Seca si appoggiano all’ombra di ripide pareti rocciose e offrono una magnifica vista sui costoni frastagliati della caldera.

Nella seconda parte del percorso, prendiamo la strada per la chiesa di Vega de Acusa e poi saliamo sull’altopiano con lo stesso nome. In inverno, diventa un prato verde dove pascolano pecore e capre.

Punto di partenza: Cruz de Acusa, 1.001 m.s.l.m. Non c’è il servizio di autobus, la fermata più vicina è ad Artenara, linea 220 (vedi le osservazioni).

Dislivello: 270 m sia in salita che in discesa.

Difficoltà: percorso abbastanza ampio senza problemi. La seconda parte corre lungo una strada poco trafficata con un bellissimo panorama.


Dove mangiare: i locali più vicini si trovano ad Artenara.

Alloggio: rifugio in grotta ad Acusa Seca. È possibile affittare case per settimane in Artenara e dintorni.

Osservazioni: alla croce dove inizia il percorso ci sono pochi posti auto. Il migliore e più sicuro è lasciare l’auto vicino alla piccola chiesa di Vega de Acusa; in questo caso puoi iniziare il tour qui. Un’altra possibilità è quella di percorrere la strada stretta dalla croce al parcheggio all’ingresso di Acusa Seca. Qui inizia il tratto più bello del percorso. Per chi viaggia in autobus, si consiglia di iniziare e terminare il percorso ad Artenara (vedi variante).

Variante: si può partire direttamente da Artenara, ma in questo caso il percorso diventa un po’ più impegnativo, non per le difficoltà del percorso, ma per la sua lunghezza (comunque non eccessiva).

         Bene! Partiamo dalla croce di legno di Cruz de Acusa (1) proseguiamo lungo la stretta e poco trafficata pista asfaltata verso Acusa Seca. Dopo un po’, ammiriamo una magnifica vista dei villaggi del centro dell’isola e delle rocce Bentayga e Nublo. La strada termina dopo circa un chilometro, poco prima del paese di Acusa Seca (2). Le case delle caverne con i loro ingressi imbiancati sono inclinate sotto prominenti blocchi rocciosi. Alcune sono abbandonate, ma altre sono state restaurate come case del fine settimana.

     Proseguiamo lungo il sentiero pietroso che attraversa la città. Sulla destra vediamo gli ingressi alle case. Mentre scendiamo, ignoriamo tutti i percorsi che deviano a sinistra. Alla fine del villaggio, raggiungiamo le case-grotte situate nella parte bassa della città. Lasciando alle spalle il villaggio; a 30 minuti la strada ci porta in un semicerchio attorno a un’enorme sporgenza rocciosa (3) all’estremità meridionale dell’altopiano: davanti a noi appaiono le prime terrazze.

In una catena che taglia la strada, 10 minuti dopo, il nostro sentiero conduce a una pista (4): davanti a noi ci sono campi coltivati con patate e arance con uno splendore abbagliante tra le foglie verde scuro degli alberi. Dopo 230 m. raggiungiamo la strada GC-210 (5) (Aldea-Artenara, km 16), teniamo la destra e presto raggiungiamo l’agriturismo Acusa Verde (6), con le sue case a cubetti imbiancate sotto un imponente muro roccioso. Possiamo rinfrescarci nella fonte di El Chorillo, che si trova sotto la strada. Le scale di fronte alla casa numero 12 scendono nella caverna buia.

Proseguiamo lungo la non trafficata GC-210, che sale con numerose curve da Acusa Verde in direzione del centro dell’isola. Sopra la piccola diga di La Candelaria (poco dopo il 13° chilometro), c’è Vega de Acusa (7), una manciata di case costruite attorno a una chiesa: un bel posto con le panchine sotto gli allori perfetto per fare un pic-nic (se vi siete portati il pranzo al sacco). Da qui ci sono 800 m. da GC-210 alla croce di Acusa (1), dove abbiamo iniziato il nostro viaggio attraverso l’altopiano.

Naturalmente, dopo questa passeggiata, chi non ha provveduto a portarsi il pranzo, sorge spontanea la domanda: “dove andiamo a mangiare?” Niente paura, basta tornare ad Artenara e troviamo un buon numero di ristoranti. Noi ci limitiamo a segnalare quelli più rinomati e più gettonati secondo gli ultimi aggiornamenti di luglio 2019 di Tripadvisor.

  1. Biocrepería Risco Caido – 5

N. 1 di 7 Ristoranti a Artenara – Cucina Mediterranea, europea, Spagnola 

Avenida de Matias Vega 13 | Las Palmas, 35350 Artenara, Gran Canaria, Spagna

Telefono: +34 617 50 92 57

  1. Bar Restaurante La Casa Del Correo – 4

N. 2 di 7 Ristoranti a Artenara – Cucina  spagnola

Plaza de San Matias 5, 35350 Artenara, Gran Canaria, Spagna

Telefono: +34 622 15 33 31

  1. Restaurante Arte Gaia – 5

N. 3 di 7 Ristoranti a Artenara – Fast food e cucina Spagnola, Pub

Camino la Silla 17, 35350 Artenara, Gran Canaria, Spagna

Telefono: +34 928 66 64 49

Ve ne sono altri ancora, ma sono segnalati con un numero di soli () inferiore a 4. Chi volesse potrà provarli.

di Stefano Dottori