DOCUMENTO TURISTICO: PLAYA DE ARINAGA E  VECINDARIO

Delle otto isole che formano l’arcipelago Canario, l’isola di Gran Canaria, terza in grandezza dopo Tenerife e Fuerteventura, è di sicuro quella che offre la maggiore quantità di diversi ecosistemi con requisiti particolari tali da poter dire che visitare l’isola di Gran Canaria equivale a vedere tutte le altre isole.

In quest’isola si contano otto microclimi differenti: dal secco ventoso e fresco al caldo senza vento, dalla montagna (circa 2000 m) con i suoi boschi e i suoi sentieri per le escursioni, al mare con spiagge di sabbia o ciottoli che ricordano le sue origini vulcaniche.

Il turismo è fortemente radicato al sud dell’isola dove non tira vento se non in casi speciali e la temperatura ha due o tre gradi in più di quella del centro-nord e questo comporta un afflusso turistico rilevante ed una lievitazione dei prezzi non indifferente da parte delle varie attività commerciali.

Il turismo che si può rilevare non permette una conoscenza diretta e capillare dell’isola, cosa che, invece, potrebbe essere realizzata se l’ospite fosse libero di girare. Dall’osservazione dei movimenti dei pullman, si può notare che gli hotel promuovono sempre gli stessi luoghi saltando, purtroppo, altre zone interessanti e suggestive che meritano di essere viste.

Un esempio è il lungomare di Arinaga (più di 3 km), nel quale troviamo una spiaggia

di circa 1 km, un piccolo molo dove si può anche fare il bagno (non si tocca).


La spiaggia continua alternando tratti di sabbia con scogli, c’è anche un’ invitante piscina naturale protetta da una fila di scogli ed una piattaforma in cemento dov’è possibile prendere il sole, pranzare, ecc..

Proseguendo abbiamo, per 1 km, una spiaggia scogliosa dove sono installate piattaforme in legno sulle quali poter prendere il sole.

Proseguendo ancora si arriva ad una collinetta dove si erge un monumento in ferro e dove il vento fa sentire tutta la sua potenza. La passeggiata del lungo mare prosegue per altri 800 m., in salita, fino al faro dove c’è anche un bar-ristorante ed una magnifica vista panoramica.

Arinaga è una località costiera del municipio di Agüimes frequentata dagli abitanti di Vecindario, interessante paese di quasi 100.000 abitanti, in espansione (il terzo come numero di abitanti, dopo Las Palmas, la capitale, e Telde). Vecindario si trova nella zona costiera a 6 km dalla playa de Arinaga, a 35 km da Las Palmas, a 15 km da Maspalomas, principale zona turistica dell’isola e a 15 km dall’aeroporto di Gran Canaria.

Vecindario è il centro nevralgico della zona urbanizzata del sud-est di Gran Canaria, formata principalmente dalle zone costiere tra le quali la maggiore e più frequentata è Arinaga.

L’agricoltura è stata la principale attività economica di Vecindario fino alla fine del XX secolo (produzione di pomodori e altri ortaggi), fino a quando il settore dei servizi (commercio) è diventato predominante.

Attualmente, Vecindario è il più grande centro commerciale urbano sull’isola di Gran Canaria insieme al Centro Commerciale Atlantico ed altri di minore rilevanza.

LE STRUTTURE RICETTIVE DI VECINDARIO

Esistono in questa città alcuni alberghi di vario livello, ma ciò che rende appetibile il soggiorno è il gran numero di case-vacanza a prezzi accessibilissimi. Si possono trovare appartamenti a partire da 25 euro al giorno. Basta andare sul sito di airbnb per rendersi conto di quanto abbiamo affermato. La città ha un ottimo servizio di taxi e di mezzi pubblici estremamente puntuali e puliti. La via centrale è dotata di una zona pedonale dove sono concentrati negozi di ogni genere e di ogni qualità.

di Stefano Dottori