LA RICETTA CANARIA DEL MESE: IL POTAJE

Visitando i vari ristoranti in giro per Lanzarote sicuramente vi sarà capitato di imbattervi in questo piatto tipico.

Spesso presentato e inserito nei menù come piatto del giorno, il Potaje è un piatto povero, una zuppa di verdure con le costolette di maiale.

Appartiene alla tradizione canaria, un probabile retaggio proveniente dalla cucina guancia.

Pur non  esistendo una vera e propria ricetta, le verdure vengono inserite a scelta e secondo la disponibilità del luogo.

A Lanzarote, ad esempio, sono immancabili le patate e il Potaje, come per magia, ha comunque  sempre lo stesso sapore.

La caratteristica fondamentale è data dall’abbondante brodo di carne particolarmente salato e dalla presenza delle costolette di maiale (o spezzatino di maiale), con aggiunta di ceci, carote, mais, cipolla, zucchine, zucca, patate, cavolo, piselli e fondamentalmente tutto quello che ci si ritrova nell’orto.


La preparazione è abbastanza semplice. Si lavano (bene) le verdure e si tagliano in piccoli pezzi, collocandole nel pentolone dove andremo a cucinarle.

Tenete le patate da parte perché si aggiungono in ebollizione.

Poniamo le verdure più dure e consistenti sul fondo, adagiamo le costolette e sovrapponiamo le più fragili.

In questo modo la cottura sarà per quanto possibile omogenea, consentendo alle verdure più dure di ricevere il massimo del calore.

I ceci inseriteli per ultimi altrimenti perderanno la croccantezza.

Aggiungiamo il brodo di carne, olio e sale.

Prepariamo il pestato di prezzemolo e aglio, aggiungiamo olio e trituriamo formando una pasta omogenea.

Uniamolo alle verdure con una spolverata di zafferano.

Copriamo tutto con acqua e poniamo sul fuoco sino ad ebollizione. Cuociamo per 45 minuti a fuoco medio mescolando di tanto in tanto. 

Mentre il pentolone va cuocendo le nostre verdure, laviamo e peliamo le patate tenendole pronte per essere unite quando mancano circa 15 minuti alla fine.

Una volta finita la cottura, lasciamo riposare per 10 minuti e serviamo in piatto fondo.

dalla Redazione