Barranco de Los Encantados

Un percorso in zona Lajares, nel comune di La Oliva, il Barranco de Los Encantados.

Fuerteventura offre percorsi fantastici anche lontani dalle coste e dall’oceano, non solo spiagge quindi.

Un gioiello geologico attraverso il quale fare un facile e semplice percorso escursionistico attraverso dune di sabbia fossilizzata vecchie di 135.000 anni.

La gola di Los Encantados si è formata quando l’oceano, che a quel tempo raggiungeva Lajares, si è ritirato e il fondo sabbioso è stato esposto alle intemperie locali.

I venti costanti che da sempre sferzano l’isola di Fuerteventura trasportano la sabbia nell’interno dell’isola, dove si accatastano formando cumuli o vere e proprie dune nelle zone dei barranchi sottovento, che trovano lungo il loro percorso.

Il passare del tempo, insieme all’azione dell’acqua piovana (poca) e del vento implacabile, ha compattato e nello stesso tempo eroso le dune di sabbia, dando origine alle stravaganti formazioni che oggi possiamo godere nel barranco de Los Encantados.


Durante il percorso non solo potremo osservare le diverse formazioni che troviamo, ma potremo anche osservare, insieme ad una flora endemica, una moltitudine di fossili lungo tutto il percorso.

Con particolare rilevanza delle lumache e dei nidi di api, che si contano a centinaia, se non migliaia, e che sono una prova evidente che questa parte dell’isola non è sempre stata la terra desolata quasi desertica che vediamo oggi.

Inoltre, con pazienza e molto attenzione si possono trovare fossili di radici attaccati ad alcune rocce, e piccoli licheni che colonizzano e cercano di creare vita in condizioni climatiche così difficili.

L’importanza geologica di questo luogo lo ha trasformato in un’aula vivente, dove varie facoltà universitarie trasferiscono i loro studenti per studiare e vedere dal vivo ciò che viene raccontato nei libri.

Tutti questi punti hanno fatto guadagnare al Barranco de Los Encantados la dichiarazione di Bene di Interesse Culturale nel 2008.

Questa è un’altra prova dell’importanza di preservare e prendersi cura dell’ambiente, cosa che purtroppo non tutti fanno, visto che c’erano alcuni nomi incisi che abbiamo visto su alcuni pannelli di sabbia fossilizzata, così come resti di rifiuti distribuiti lungo il percorso.

Non abbiamo capito come la gente non si renda conto che se vogliamo continuare a goderne, è dovere e obbligo di tutti di percorrerli con il massimo rispetto possibile.

Il Barranco de los Encantados si trova sulla costa nord di Fuerteventura, nel comune di La Oliva e tra i comuni di Lajares, El Cotillo e Tindaya.

L’accesso da questi tre punti è possibile tramite sentieri in terra battuta.

Il modo più semplice per arrivare all’inizio dell’itinerario escursionistico è quello di farlo attraverso la strada sterrata che ci porta da El Cotillo alla spiaggia di El Esquinzo.

Il Barranco di Los Encantados si trova a pochi chilometri da questa spiaggia.

Franco Leonardi