Le Isole Canarie hanno registrato 19.846 disoccupati nel settore delle costruzioni nel mese di luglio

Nel luglio scorso sono stati registrati 11.797 contratti a tempo indeterminato nel settore delle costruzioni, l’1% in più rispetto a giugno, ma l’1,25% in meno rispetto al luglio dello scorso anno.

La disoccupazione registrata nel settore delle costruzioni è aumentata per la prima volta in dieci anni lo scorso luglio e ha aggiunto 1.697 disoccupati in più, portando il numero totale dei disoccupati nel settimo mese dell’anno a 250.201 persone (+0,68%).

Nel caso delle Isole Canarie, i disoccupati nel settore dell’edilizia hanno raggiunto 19.846 persone.

Secondo i dati sulla disoccupazione registrata e l’affiliazione alla Sicurezza Sociale del Ministero del Lavoro, Migrazione e Sicurezza Sociale, dal 2009 si è registrata una diminuzione della disoccupazione in questo settore nel mese di luglio oscillante tra i 17.310 lavoratori e i 2.650 lavoratori.

Nel luglio 2013 è stata raggiunta una maggiore riduzione della disoccupazione dei lavoratori del settore (-17.310). Seguono forti cali anche nel 2010 (-16.522), 2012 (-14.792), 2014 (-14.714), 2015 (-10.511) e 2016 (-10.220).

Negli anni rimanenti, 2009, 2011, 2017 e 2018, i cali sono stati rispettivamente -7.292, -5.614, -4.143 e -2.650 persone, secondo le serie storiche.


Nonostante l’aumento registrato in questo mese, il tasso di disoccupazione totale registrato in questa attività è stato il più basso degli ultimi quattro anni.

Nel 2015, il numero totale dei disoccupati nell’edilizia era di 457.133 persone, superiore ai 250.201 registrati in questo settore nell’ultimo mese.

Nel luglio scorso sono stati registrati 11.797 contratti a tempo indeterminato nel settore delle costruzioni, l’1% in più rispetto a giugno, ma l’1,25% in meno rispetto al luglio dello scorso anno.

Inoltre, nel corso del settimo mese dell’anno sono state effettuate anche 5.904 conversioni di contratti a tempo indeterminato in questo ramo di attività, il 9% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Le comunità autonome che hanno registrato il numero totale di disoccupati nel settore edile più alto sono state l’Andalusia (70.451), la Catalogna (29.862), Valencia (29.862) e Madrid (25.976).

Il numero più alto di disoccupati nel settore si sono registrati nelle Isole Canarie (19 846), in Galizia (12 303), in Castilla-La Mancha (11 739) e in Castilla e León (9).054), seguita da Paesi Baschi (7.971), Murcia (7.657), Extremadura (6.894), Isole Baleari (5.503), Asturias (5.442), Aragona (3.882), Cantabria (2.596), Navarra (1.502) e La Rioja (773).

Michele Zanin