Virus nell’aria? Invasione aliena?

E va bene, avete ragione.

Gli italiani sono un branco di deficienti ignoranti.

Solo così si può spiegare la crescita dei consensi a Salvini, un semianalfabeta rozzo, xenofobo e razzista.

Però, c’è qualcosa che non quadra in questo “ragionamento”.

Fino a pochi anni fa il partito di Salvini era fermo a percentuali intorno al 5%.

Il partito di Renzi invece aveva raggiunto nel 2014 (non secoli fa) una percentuale di consensi pari al 40%.


E quel partito retto da sottili, profondissimi intellettuali come Renzi, Gentiloni, Minniti, Calenda, ed appoggiato da uomini come Monti, autentico pozzo di scienza, quel partito dicevo, ci ha governato direttamente o indirettamente dal 2011 al 2018, con l’appoggio e la benedizione della UE, delle varie commissioni ONU, della CEI, del WTO, e compagnia bella.

Un tale Olimpo di sublimi intellettuali e nobili organizzazioni avrebbe dovuto far crescere il già elevato spirito civico, la già altissima cultura politica del popolo italico che già aveva dato ottima prova di sé premiando il PD e punendo i razzisti della lega.

Invece NO.

Il PD ha visto precipitare i suoi consensi, la lega invece li ha visti crescere vertiginosamente.

Come mai?

Gli italiani erano colti, intelligenti, raffinati ed aperti al dialogo e sono diventati in poco tempo un branco di razzisti xenofobi, rozzi, stupidi ed ignoranti?

C’è un virus nell’aria che ci ha fatto cadere tanto in basso?
E, tanto per chiarire, non solo gli italiani sono scesi tanto in basso.

I flemmatici britannici hanno osato addirittura mandare al diavolo la UE.

I francesi si fanno affascinare dalla signora Le Pen.

Gli americani si sono scelti un Trump come presidente.
Forse è in corso una invasione aliena.
O forse la gente normale tollera sempre meno la follia suicida del politicamente corretto.

Giovanni Bernardini