Un esperimento eccezionale che parte da Gran Canaria

Un esperimento eccezionale che parte da Gran Canaria

Da Gran Canaria è iniziato, il 14 settembre, il viaggio di “Barchetta magica”, un “drone marino” che naviga in completa autonomia costruito da un gruppo di ricercatori e studenti dell’Università di Firenze.

Il veicolo arriverà a Cuba tra due mesi circa seguendo la rotta di Cristoforo Colombo.

Questa barchina è lunga quasi due metri e pesa 25 Kg.

È un concentrato di tecnologia: è costantemente monitorata grazie a un sistema di comunicazione satellitare wifi e gps; è alimentata a energia solare, costruita in carbonio e XPS (polistirene espanso estruso) e attrezzata con sonar, pannelli fotovoltaici, ultrasuoni per un sistema anticollisione.


Ha uno scafo rinforzato e un sistema automatico di chiusura della vela in caso di vento elevato, è progettata per resistere all’affondamento e a fronti d’onda di 5 metri.

Essa raccoglierà informazioni sullo stato di salute dell’oceano, sull’inquinamento, e cambiamenti climatici.

L’intento è quello di sperimentare le traversate oceaniche, un ambiente insidioso, con veicoli piccoli, per le ricerche in mare, possibilità commerciali e controllo delle coste.

Il viaggio potrà essere visibile sul sito: http://www.labarchettamagica.it/.

Andrea Maino