Turismo in calo si salvi chi può!

I turisti internazionali diminuiscono del 7,9% a luglio nelle Isole Canarie

La spesa media per turista, invece, si è attestata a 1.444 euro, con un incremento del 5,8%, al ritmo di 162 euro al giorno (+3,5%).

Nel mese di luglio i turisti internazionali nelle Isole Canarie sono scesi del 7,9% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, e si calcola circa un milione di presenze.

Secondo i dati provvisori dell’Indagine sui movimenti turistici di frontiera (Frontur) e sulla spesa turistica (Egatur) preparati dall’Istituto Nazionale di Statistica (INE), la spesa generale è scesa del 2,5% a 1.489 milioni.

La spesa media per turista, invece, si è attestata a 1.444 euro, con un incremento del 5,8%, al ritmo di 162 euro al giorno (+3,5%), mentre la durata del viaggio è stata di 8,9 giorni, il 2,1% in più.

Nei primi sette mesi dell’anno, i turisti internazionali sono diminuiti del 3,5% nelle Isole Canarie per un totale di 7,6 milioni, anche se la spesa continua ad aumentare e sale dell’1,1% e raggiunge i 9.742 milioni.

Le Isole Canarie sono quindi la terza comunità di destinazione nei primi sette mesi dell’anno dopo la Catalogna (con quasi 11,3 milioni e un aumento dell’1,5% rispetto allo stesso periodo del 2018) e le Isole Baleari (con quasi 7,9 milioni e un aumento dello 0,2%).


Per mercati di origine, i britannici sono in testa, con il 43,6% della quota di mercato, seguiti dai tedeschi, con il 16,8%.

Nei primi sette mesi dell’anno, la spesa media per turista si è attestata a 1.276 euro, il 4,8% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, a un ritmo di 148 euro al giorno, il 2,8% in più, mentre la durata media del viaggio ha raggiunto 8,6 giorni, l’1,8% in più.

In totale, la Spagna ha superato i 48 milioni di turisti internazionali nei primi sette mesi dell’anno, l’1,9% in più rispetto allo stesso periodo del 2018.

Fino a luglio, la spesa dei turisti internazionali per i viaggi verso la Spagna ha raggiunto i 52.360 milioni di euro, con un aumento del 3,3% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Nel solo mese di luglio, 9,9 milioni di turisti internazionali hanno visitato la Spagna, l’1,3% in meno rispetto allo stesso mese dello scorso anno, che ha speso 11.980 milioni di euro, il 2% in più.

La spesa media per turista nel settimo mese dell’anno è stata di 1.212 euro, con una crescita annua del 3,4%, mentre la spesa media giornaliera è cresciuta del 4,9% a 160 euro.

Da gennaio a luglio, il Regno Unito, con 10,4 milioni di turisti, è rimasto il primo mercato di emissione, con l’1,6% in meno rispetto allo stesso periodo del 2018.

Seguono la Germania con 6,5 milioni di turisti e un aumento del 2,2%, e la Francia con 6,1 milioni di visitatori, pari a 1,2% in meno.