Turismo Lanzarote crea il Club de Producto Turistico “Festival musicali di Lanzarote”

La Sociedad de Promoción Exterior de Lanzarote (SPEL-Turismo Lanzarote) sta lavorando alla creazione del Club de Producto Turístico ‘Lanzarote Music Festivals’.

Si tratta di un progetto che mira a proporre l’isola come meta per festival musicali di diversi formati e stili, sempre con un occhio alla valorizzazione delle risorse legate al territorio, al patrimonio naturale e alla cultura.

Per preparare questa iniziativa, sovvenzionata del Governo delle Isole Canarie con 20.000 euro e in sintonia con la politica di diversificazione e qualificazione del turismo che si sta sviluppando sull’isola, la sede di SPEL-Turismo Lanzarote ha ospitato nei giorni scorsi un gruppo di lavoro costituito da membri dell’Ente Insular de Promoción, da rappresentanti pubblici, del settore del turismo, della cultura e dell’economia locale.

L’incontro è stato presieduto dal Ministro per la Promozione Turistica del Cabildo de Lanzarote, Angel Vazquez (PP).

Il ministro ha sottolineato il boom che stanno vivendo in tutto il territorio spagnolo i festival musicali, che sono elementi dinamizzanti e di grande impatto sull’economia.


Ha sottolineato che Lanzarote è diventata teatro di eventi musicali di grande qualità e originalità, che attirano in maniera crescente una tipologia di turisti inclini a spendere di più rispetto alla media.

A questo proposito, ha esaltato la creazione del Club de Producto Turistico ‘Festival Musicali di Lanzarote’ che avrà come obiettivo principale quello di sostenere la realizzazione di tali eventi, pensati anche per ottimizzare l’esperienza dei turisti che visitano l’isola e per aumentare il loro livello di fidelizzazione.

A tal fine, SPEL-Turismo Lanzarote ha assunto una società di consulenza specializzata che svilupperà una metodologia specifica per la creazione ottimale del Club de Producto Turistico.

I primi passi saranno la creazione di un’immagine aziendale del prodotto, oltre che di un video promozionale, come materiale centrale per lo sviluppo delle prossime azioni di diffusione del Festival.

Secondo un rapporto pubblicato nel numero di settembre della rivista degli imprenditori turistici di Hosteltur, il primo ‘Barometro degli eventi dal vivo’, preparato dal portale di vendita dei biglietti StubHub, pone la Spagna come il secondo paese al mondo che attira più visitatori di questo tipo.  Il rapporto calcola la spesa media di questi turisti in circa 430 euro, di cui 114 euro per i trasporti, 139 euro per l’alloggio, 40 per cibo e bevande, 43 per le spese nei negozi e 94 per altre attività.

Secondo il rapporto ‘El hit de los Festivales de Música en España’, preparato dal portale Entradas.com, ogni anno in Spagna si tengono circa un migliaio di festival musicali che attirano un numero di appassionati superiore a quello del calcio o del motociclismo.

I festival sono diventati una forma di turismo e si stima che l’impatto economico sia di circa 5.600 milioni di euro.

Questo rapporto dimostra l’importanza che hanno acquisito i festival di musica dal vivo tanto da essere inseriti nella prestigiosa Fiera Internazionale del Turismo (Fitur) di Madrid.

Lo spazio tematico è chiamato ‘Fitur Festivals’, e lì stabiliscono collegamenti tra il turismo e i festival grazie alle opportunità di crescita e di espansione che questi ultimi offrono.

Durante il Tavolo di lavoro, il Ministro ha inoltre sottolineato l’ottima accoglienza riservata ad altri prodotti turistici promossi da Turismo Lanzarote.

In particolare, Lanzarote come ‘Destinazione Europea dello Sport’ o ‘Lanzarote Film Commission’, sono volti a promuovere l’isola come palcoscenico di eventi sportivi di prestigio internazionale o come set naturale per le riprese di spot e altre attività cinematografiche.

I grandi risultati che questa strategia di diversificazione della destinazione offre, sono stati dimostrati anche dalla collaborazione di Turismo Lanzarote in festival e fiere organizzate dall’Area di Promozione Economica del Cabildo attraverso il marchio Saborea Lanzarote o con la creazione del prodotto MICE orientato al turismo dei congressi, un ramo estremamente dinamico e remunerativo.

Claudia Di Tomassi