Nuevo Horizonte, una delle aree più povere delle Canarie

Foto da www.diariodefuerteventura.com

La località, progettata come zona turistica di prima classe, è tra i dieci quartieri più poveri delle Canarie, mentre gli abitanti denunciano l’incuria delle istituzioni.

Negli anni Ottanta Fuerteventura è stata travolta dal boom turistico.

Era un periodo in cui tutti volevano salire sul treno del turismo, gli alberghi spuntavano come funghi e i piani parziali volavano su tutta l’isola.

In questo contesto, alla fine di quel decennio, con l’intenzione di farlo diventare un importante centro turistico come estensione di El Castillo, nacque Nuevo Horizonte.

Il sogno ha avuto vita breve e Nuevo Horizonte è finito per diventare un’area con costruzioni fantasma e, secondo le statistiche, uno dei dieci quartieri più poveri delle Canarie.

Nuevo Horizonte è la storia di quello che avrebbe potuto essere ed è stato lasciato a metà strada.


In questa fascia costiera, nella pianificazione urbana su carta, sono stati disegnati i piani Montaña del Dinero, Llanos del Dinero o Miraflor.

In totale oltre 10.000 posti letto turistici a meno di due chilometri dall’aeroporto e un parco acquatico progettato negli anni ’90 e aperto per un breve periodo.

Oggi, nonostante il cambio di nome ufficiale – da Nuevo Horizonte a Costa de Antigua – quella che è stata concepita come un’area turistica di punta è diventata una località con più problemi che i turisti.

Le licenze sono state lasciate a morire e Nuevo Horizonte ha finito per diventare una città dormitorio, con pochi servizi.

Foto da commons.wikimedia.org

Ora gli abitanti lottano per dare dignità a Nuevo Horizonte.

L’italiano Giuseppe Signorino è da sei anni presidente dell’Associazione del Quartiere Costiero di Antigua.

Insieme ad un gruppo di residenti si rammarica per l’abbandono in cui la zona è immersa.

Dicono che Nuevo Horizonte ha i problemi di un quartiere che è stato abbandonato per 20 anni.

È anche un melting pot di nazionalità: italiani, inglesi, irlandesi, belgi, spagnoli, marocchini, per un totale di circa 1.500 persone secondo le stime dell’associazione di quartiere.

Nuevo Horizonte è, quindi, un quartiere multiculturale con persone provenienti da tutta Europa e non solo. Signorino ricorda che l’area venne costruita come zona turistica, con diversi alberghi e urbanizzazioni, ma senza molto spazio pubblico.

La mancanza di pianificazione ha fatto di Nuevo Horizonte un luogo senza parchi, piazze pubbliche o centri culturali.

Non c’è niente che possa aiutare i residenti ad avere coesione. In questo senso non c’è un vero e proprio quartiere.

I rappresentanti dei residenti chiedono parità di diritti e servizi: una biblioteca, una piazza pubblica, un luogo dove, ad esempio, si tengano corsi di lingua per la popolazione straniera e si svolgano laboratori o un centro per anziani. Chiedono semplicemente di vivere nel XXI secolo.

Questa mancanza di coesione sociale ha fatto sì che i residenti vivano in piccole comunità, facendo riferimento solo ai connazionali.

Signorino spiega come la popolazione sia divisa in segmenti e questo a volte porta ad un piccolo conflitto, ad esempio, tra spagnoli e italiani che vengono presi come conquistatori, occupanti, ma che comunque pagano le tasse.

Le statistiche dell’INE (Istituto Nazionale di Statistica) per il 2016, collocano Nuevo Horizonte tra i dieci quartieri più poveri delle Isole Canarie.

Con 5.481 euro a persona e 12.091 euro per famiglia all’anno.

Nuevo Horizonte è l’altro lato del turismo e dell’edilizia.

Parte della sua popolazione ha lavorato in questi settori fino a quando la crisi li ha colpiti e hanno iniziato a frequentare i centri per l’occupazione e l’assistenza sociale.

In Spagna c’è carenza di lavoro e Nuevo Horizonte non fa eccezione.

Signorino stima che il 30 per cento dei residenti vive in disoccupazione.

La crisi turistica che ha colpito Fuerteventura non passa da Nuevo Horizonte.

Il presidente dell’associazione di quartiere stima che i due alberghi e l’aparthotel della zona hanno un’occupazione del 50% perché il turista che va a Fuerteventura è di basso livello e lì lo è ancora di più.

Non ci sono attrazioni turistiche e quello che arriva è un turista che cerca solo prezzi bassi, senza qualità.

La crisi economica ha ridotto il prezzo degli affitti nella zona e Nuevo Horizonte ha attratto persone con salari bassi o in disoccupazione.

Negli ultimi anni è diventato anche territorio di okkupa.

Signorino spiega che uno dei problemi principali della zona è l’arrivo di okkupa che buttano giù le porte degli appartamenti e iniziano a viverci dentro.

Non sa dare un numero preciso di questi okkupa, ma parla di “molti” in questa situazione.

Persone che occupano le case, non rispettano la legge e compiono piccoli furti per vivere.

Generano rumore, delinquenza e disturbo.

Arrivano di notte, rompono una porta ed entrano.

Cercano contatori per agganciarsi all’acqua e alla luce e poi spaccano tutto.

L’associazione di quartiere chiede una maggiore presenza della Polizia e del Consiglio Comunale il quale, a suo parere, chiude un occhio su questa situazione.

Suen Tubback è un altro residente che spiega come nel tempo abbiano iniziato a ripulire l’immagine di El Castillo i cui abitanti si sono spostati sulla Costa de Antigua dove c’erano molte case vuote.

Secondo Suen Tubback, molti okkupa provengono da El Castillo.

Hanno vissuto lì fino a quando non sono stati disoccupati e incapaci di pagare l’affitto.

Altri, invece, vivevano già come abusivi a Caleta de Fuste.

Quando i complessi di quella zona sono stati venduti e sono state assunte le guardie di sicurezza, non sono più potuti entrare.

A quel punto si sono spostati e sono andati a vivere nel posto più vicino dove si trovavano case vuote e incustodite: a Nuevo Horizonte.

Questo residente è fiducioso e spiega come stanno lavorando per ripulire la cattiva immagine del Nuevo Horizonte. Stanno organizzando attività e, nell’arco dell’anno, sono in programma quattro feste che prevedono un buon afflusso di persone.

A suo dire, manca la volontà politica di risolvere una volta per tutte il problema della Costa de Antigua come destinazione turistica, ma anche la popolazione è poco collaborativa.

Ad esempio, in materia di pulizia, il Consiglio Comunale potrebbe pulire di più, ma la gente non dovrebbe sporcare.

Nuevo Horizonte è l’area con il reddito più basso dell’isola, con 5.481 euro a persona all’anno, e si colloca nell’uno per cento più povero della Spagna, secondo l’Atlante della Distribuzione del reddito familiare, pubblicato dalla Sottodirezione Generale delle Statistiche Sociodemografiche.

Molto vicino a quella zona è l’area più ricca, Las Granadas nel Puerto del Rosario, che è vicino a 15.000 euro.

Nel comune di La Oliva ci sono zone che non raggiungono i 7.000 euro e Corralejo il distretto con il reddito più alto poco arriva a più di 8.200, una cifra simile a Costa Calma e più del reddito di Caleta de Fuste.

Le zone rurali sono quelle con il reddito più alto dell’isola, con cifre che vanno dai 10.000 ai 12.000 euro. 

Cristiano Collina