Trekking: Gran Canaria. Laguna de Valleseco – Osorio

Dopo i bagordi delle passate feste, è il caso di riprendere la forma che certamente è stata persa. Però ricominciare è sempre difficile, quindi ho scelto un percorso circolare direi facile di 7,53 km dove la quota più bassa è a 787 m e la più alta è a 908 m, ma che, in ogni caso, richiede un minimo sforzo per smaltire il sovrappeso che vi siete concessi in questo periodo.

Ricordate, prima di partire, di controllare sempre il tempo, portare acqua, eventuali vostre medicine e caramelle in caso di calo di zuccheri. Raccomandati i bastoncini da trekking.

Le pietre miliari chilometriche di questo percorso sono:

  • 0 Km. Laguna de Valleseco
  • 1,0 Km. Burrone
  • 1,4 Km. Ritorno del burrone
  • 1,9 Km. Burrone delle anime
  • 2,1 Km. Scala a sinistra
  • 2,4 Km. Area naturale di Laurisilva – Ostello
  • 3,3 Km. Deviazione fino a Osorio
  • 4,3 Km. Asequia del Crespo. Seguire per tutto il tratto che abbiamo lasciato in direzione sud
  • 5a7 Km. Vari tratti  semiaperti
  • 7,5 Km. Laguna de Valleseco (fine)

LA STORIA – LAGUNA DI VALLESECO

Situata all’interno del Doramas Rural Park, l’area ricreativa di La Laguna è un’area di grande bellezza paesaggistica formata da un’ampia caldera vulcanica ricoperta al suo interno da vegetazione di alloro. Passeggiando per La Laguna puoi vedere i diversi alberi che formano questa foresta unica al mondo. Le successive e intense ripopolazioni stanno formando una nuova foresta di allori, che è iniziata a seguito del progetto europeo XXI di Laurisilva. Sullo sfondo, una piccola laguna dove si avvicinano per bere uccelli di tutti i tipi, da piccoli uccelli come alpische e canarini a uccelli migratori come l’airone.

Come area ricreativa, è attrezzato per grigliate con strutture preparate con stufe e getti d’acqua e tavoli per sedersi a mangiare sotto i castagni. Per utilizzare le strutture del recinto è necessario chiamare il Comune di Valleseco (928 61 80 22) per richiedere l’autorizzazione. L’importo è di € 1,50 a persona. Nei fine settimana puoi anche pagare direttamente alla guardia all’ingresso, ma in questo caso va fatto prima di iniziare il percorso perché dopo sarà tutto prenotato. Per fare il percorso questa autorizzazione non è necessaria.


ITINERARIO

Il percorso inizia all’ingresso principale dell’area ricreativa di La Laguna de Valleseco. Lasciandolo prendiamo un ripido sentiero circondato da abbondante vegetazione.

Arriviamo ad un punto di interesse (burrone) sul quale entriamo per poter andare a zigzagando e poterlo vedere. Ripercorriamo i nostri passi e seguiamo il percorso.

Poco dopo arrivammo al Barranquillo de las Ánimas (burrone delle anime). Ci entriamo, anche se non è spettacolare come il burrone precedente, comunque ha anche il suo fascino. Prima di raggiungerla, ci sono alcune scale fatte sul terreno che salgono e ci portano direttamente all’Area Naturale di Laurisilva. Oltre ad essere un parco multi-avventura, è un ostello con sale da 4 e 7 posti e una capacità totale di 54 persone. I prezzi sono abbastanza economici. Ti consiglio prima di prendere questo itinerario per metterti in contatto con loro, poiché una volta dentro devi aprire la porta chiusa per uscire. Abbiamo avvisato via e-mail e sebbene non lo vedessero, non ci hanno creato alcun problema per partire. Attualmente questa area è guidata dalla società LudeNatura. Sul loro sito web hai tutte le informazioni sul telefono e via e-mail. Una volta che abbiamo lasciato quella zona prendiamo la strada a nord.

A metà strada, svoltiamo a destra solo su una curva che inizia un percorso. Da qui entriamo in Osorio. Devi scalare una sezione con un pendio ripido. Incontriamo, dopo un po’, una stradina traversa. Noi continuiamo lungo il sentiero a sinistra (l’altro continua a salire) e iniziamo a costeggiare la cima di Osorio. Il sentiero in quanto tale è molto bello, ma attenzione, potrebbe esserci molta umidità è c’è facilità di scivolare. 

Dopo un po’, gira a sinistra e scendiamo di livello e continuiamo, a destra, attraverso un fossato (fossato di Crespo).

Da qui, continua sempre dritto sul fossato (arriva un momento in cui c’è un incrocio che sale, scende o va dritto. Noi continuiamo sempre dritto). Dopo un’altra volta dobbiamo andare oltre il fossato (ATTENZIONE !! perché ci sono dei tratti non adatti a persone con vertigini), quindi si dovrebbe salire con una piccola pendenza di circa 50 metri, ma abbastanza ripida. Continuiamo lungo il sentiero arrivando di nuovo alla Laguna Valleseco.

Se, al solito, gradite indicazioni di ristoranti nella zona, ne ho riportato una breve lista:

  • Restaurante El Rinconcito Canario  (4,5 su 5) – Cucina spagnola, per vegetariani e opzioni vegane – Calle Molinas Nº 12, 35340 Valleseco, (GC) – Tel.: +34 928 61 85 94
  • Meson Los Roquetes Grill – Sidreria (4,5 su 5) – Cucina spagnola – Carretera Valleseco Nº 23 | G.C 21 Numero 23, 35349 Valleseco, Gran Canaria – Tel.: +34 676 78 75 43
  • Restaurante Grill El Prado (4,5 su 5) – Cucina spagnola – Calle Alcalde Vicente Arencibia 5, 35349 Valleseco, Gran Canaria – Tel.: +34 928 61 83 07.

    di Stefano Dottori