A.P.I.C.E. – Evento: La salute al primo posto

Medicina tradizionale e alternativa

Venerdì 7 febbraio (2020 naturalmente), al Centro Socio Cultural de Mayores, di San Fernando a Maspalomas, alle ore 10.00, l’A.P.I.C.E. (Associazione Pensionati Italiani e Connazionali Estero), ha organizzato un evento riguardante la questione della salute introducendo interessanti sviluppi della cosiddetta medicina alternativa.

Inizia la riunione il Presidente dell’A.P.l.C.E., Giuseppe Bucceri che ringrazia i soci che, in questa occasione, sono stati molto numerosi per la loro adesione, ricordando che l’Associazione da lui presieduta è in grado di offrire ai propri associati riunioni riguardanti temi di grande importanza e spessore culturale.

Questo grazie all’adesione dei soci.

Più persone andranno a riempire le file degli associati, più l’A.P.I.C.E. potrà assumere un’importanza tale da ottenere quella certa influenza a vantaggio di tutti.

Si invitano, quindi, i dubbiosi, all’iscrizione per ampliare il numero di questa grande famiglia e per avere una voce importante presso le istituzioni spagnole ed altro a favore degli italiani che vivono nell’arcipelago canario, in particolare sull’isola di Gran Canaria.

convegno SALUTE

Moderatore: il dott. Francesco Lattanzi (Ortopedico Vice Presidente Ordine dei Medici nonché Docente dei Corsi ECM)


Il Dr. Lattanzi, quindi, dà la parola alla sig.ra Simona Capeta (infermiera professionale a domicilio) che parla di supportare il paziente che esce da un’esperienza ospedaliera e che ha la necessità di essere seguito per ciò che riguarda la terapia da continuare ed anche per quanto concerne il profilo psicologico del paziente che va sempre orientato ad assumere un contegno ottimista e responsabile verso la sua patologia.

La mente può aiutare molto a raggiungere la guarigione o il miglioramento purché guidata nella maniera opportuna.

Successivamente, il dott. Lattanzi passa la parola al dott. Antonio Di Toma (Psicologo clinico – Psicoterapeuta).

Il suo interessante intervento ci fa notare che alcune patologie che lamentiamo possano essere collegate con traumi o incidenti vissuti quando eravamo piccoli e nell’ambiente nel quale siamo vissuti.

 

Noi, con il tempo tendiamo a rimuovere il ricordo di quell’evento, addirittura lo dimentichiamo, ma il nostro cervello, invece, registra certe esperienze reali che abbiamo provato in età infantile e le ripropone da adulti al presentarsi di situazioni che possono richiamare quell’antica esperienza. Anche se non ricordiamo il fatto accadutoci, tuttavia, accusiamo gli stessi effetti di disagio o di dolore legati a quell’antica vicenda, si rende necessaria quindi la ricerca di quei momenti giovanili per poter meglio affrontare, dal punto di vista psicologico e non solo, la patologia accusata in quel momento.

Il dott. Lattanzi invita Aljaz Vavpetic (Naturopata) a salire sul palco per il suo intervento.

Più che le parole, abbiamo assistito ad una dimostrazione reale dell’effetto che certi alimenti esercitano sul nostro corpo.

Sono state invitate due persone qualsiasi del pubblico: un uomo ed una donna e Vavpetic ha mostrato come, partendo dalla propria forza normale, il contatto con alcuni alimenti può rafforzarci mostrando una maggiore resistenza allo sforzo, mentre il contatto con altri alimenti può indebolirci anche in maniera sensibile.

Il suo invito al pubblico, quindi, riguarda quello che potrebbe essere il giusto approccio verso un’alimentazione ottimale che ogni soggetto, secondo le sue caratteristiche fisiologiche deve avere.

Grande plauso dell’assemblea per l’arrivo del 2° Teniente Alejandro Marichal che, insieme al Portavoce di APICE Sergio Calandra (traduttore) ha portato i saluti dell’alcaldesa Conchi Narvaéz ed ha rammentato come lui, sin dai tempi che non era coinvolto politicamente nella sua attività, aveva seguito sempre con interesse la crescita della popolazione italiana sull’isola ritenendola un valore aggiunto allo sviluppo culturale e sociale dell’isola.

Giuseppe Bucceri con il Vice Sindaco MARICHAL

Infine, il dott. Lattanzi ha dato la parola alla Sig.ra Emanuela Brussa (Morfo-psicologa, relatore per conto della Soc. Energy-Biodream).

Il suo intervento ha riguardato i possibili danni alla salute creati dall’ormai dirompente tecnologia che ci circonda in ogni momento della nostra vita.

Il suo scopo è quello di individuare i cosiddetti punti “cancro”, la signora Brussa farà il rilievo di tali punti in modo che l’interessato possa rendersi conto quali siano le minacce nella sua abitazione che circondano la sua esistenza.

A tale scopo, esiste un complesso di oggetti legati a studi tecnologici e con relativa certificazione medica comprovata che “tengono a bada”, sia durante il giorno che nel corso della notte, i continui attacchi alla nostra salute dovuti principalmente alla diffusione delle onde elettromagnetiche.

Il presidente, quindi, al termine degli interventi comunica a tutta la platea l’installazione di una radio tutta italiana che è nata all’inizio del 2020 e che già copre il centro sud dell’isola (da Maspalomas a Telde) e che presto coprirà anche la fascia nord fino a Las Palmas.

Si chiama Radio Calima, nome simpatico ed azzeccato anche perché riferito all’evento atmosferico che ogni tanto si presenta a Gran Canaria.

 

Inviamo ai fondatori di questa radio i nostri migliori auguri e ringraziamenti perché un evento di questo tipo non fa altro che rafforzare l’italianità.

Al termine di tutti gli interventi dei relatori, la riunione è stata sciolta dopo i ringraziamenti e saluti da parte del Presidente Bucceri agli intervenuti, con la promessa di organizzare in un prossimo futuro ulteriori convegni rivolti alla cura della Terza Età.

La riunione ha indubbiamente prodotto molti interrogativi riguardo la medicina alternativa che, nell’arco degli ultimi venti anni si sta diffondendo sempre con maggiore frequenza, indice, questo, che risultati positivi se ne sono avuti e la stessa medicina tradizionale, una volta molto scettica a certi metodi, ora guarda con maggiore interesse agli incontestabili risultati ottenuti.

Stefano Dottori