Due cittadine delle Canarie si aggiungono alla lista delle più belle di Spagna

La lista è composta da un totale di 94 località.

Dal 1° gennaio, 15 nuove città della Spagna fanno parte della lista selezionata dell’Associazione delle Città più belle della Spagna.

Accedere a questa prestigiosa classifica non è facile, in quanto sono richiesti alcuni requisiti.

Alcuni di questi sono avere meno di 15.000 abitanti, livelli alti di pulizia, la conservazione delle facciate, lo stato dei suoi parchi e giardini, e la buona circolazione per le sue strade.

Nella nuova lista, stilata quest’anno, ci sono due località delle Canarie: Betancuria a Fuerteventura e Teguise a Lanzarote.

Si aggiungono alle altre 13 città che sono Alcudia (Baleari), Atienza (Guadalajara), Castellar de la Frontera (Cadice), Castrillo de los Polvazares (León), Culla (Castellón), Mogrovejo (Cantabria), Monteagudo de las Vicarías (Soria), Olivenza (Badajoz), Pastrana (Guadalajara), Pollença (Baleari), Ponte Maceira (Coruña), Robledillo de Gata (Cáceres) e Vinuesa (Soria).


Betancuria è stata la prima città fondata nelle Isole Canarie e la prima capitale della regione fino al 1834.

Situata nella valle del Macizo de Betancuria, un parco rurale, è una delle zone meno deserte di Fuerteventura, così come il suo comune è il meno popolato, in quanto conta circa 800 abitanti.

È la città di maggiore interesse storico e artistico dell’isola e una delle sue grandi attrazioni è il Museo archeologico di Betancuria, dove il visitatore può vedere come vivevano gli antichi abitanti di Fuerteventura.

Betancuria, che è la prima cittadina di Fuerteventura ad aderire all’Associazione delle Città più belle di Spagna, deve il suo nome al conquistatore francese Jean de Bethencourt.

Una delle sue attrazioni architettoniche è la prima cattedrale delle Isole Canarie.

Situata a nord-est di Lanzarote, la città di Teguise è stata una delle prime città fondate nelle Isole Canarie.

Capitale di Lanzarote fino al 1847, conserva una notevole collezione di edifici di grande valore storico e artistico.

I più importanti sono il Castello di Santa Bárbara, oggi trasformato in Museo della Pirateria, il Palazzo Spínola, situato in un palazzo signorile del XVIII secolo, l’antica chiesa di Guadalupe e il convento di San Francisco.

Una passeggiata attraverso Teguise permette al viaggiatore di farsi un’idea di come fosse la vita a Lanzarote durante i primi tempi della presenza coloniale.

Chiesa Santa María de Betancuria a Fuerteventura

Oltre al patrimonio storico, la vecchia capitale dell’isola ha musei come la Casa del Marqués de Herrera y Rojas e la Casa Perdomo.

Di particolare interesse culturale è la Casa del Timple, un nuovo spazio didattico che spiega le caratteristiche sonore di questo strumento musicale unico delle Isole Canarie.

Claudia Di Tomassi