Armas amplia le risorse per espandere la flotta

Le nuove normative sulle emissioni richiedono grandi investimenti, per Armas e non solo.

La Naviera Armas, la principale compagnia di navigazione passeggeri del paese, sta attraversando un momento delicato.

Due agenzie di rating, Moody’s e Standard and Poor’s, hanno declassato il bond della società a  bassi valori, una situazione derivata dai problemi di liquidità che Armas sta attraversando, costringendo, come l’intero settore, ad effettuare ingenti investimenti per ridurre il livello di emissioni di zolfo della propria flotta e ad avviare un processo di vendita di asset per migliorare i propri conti.

Tuttavia, la compagnia di navigazione non rinuncia ai suoi piani di investimento per l’espansione e l’ammodernamento della flotta, che sta sviluppando dal 2016 e per i quali ha attivato meccanismi di finanziamento esterno.

La complicata situazione finanziaria della compagnia di navigazione l’avrebbe costretta a rivolgersi alla banca d’investimento Alantra per attirare gli investitori a contribuire con nuovi capitali, secondo El Confidencial, che, citando fonti di mercato, pone il debito accumulato da Armas a 665 milioni di euro.

Naviera Armas Trasmediterránea nega categoricamente le informazioni apparse.


Tra i progetti per il futuro, menziona il progetto di incorporare una nave gemella al Vulcano Tagoro nel 2021, che comporterà un esborso aggiuntivo di quasi 70 milioni di euro, intrapreso con una struttura di finanziamento al di fuori del perimetro del gruppo Armas Trasmediterránea.

Armas ricorda che nel 2019 ha aggiunto alla sua flotta due imbarcazioni, il Volcán de Tagoro e el Villa de Teror, che hanno comportato un investimento di oltre 130 milioni di euro, sostituendo il traghetto dalla città di Cadice, venduto nel dicembre 2019.

I piani della società per il 2020 includono la nave di nuova costruzione Ciudad de Valencia, costruita nel cantiere italiano Visentini, che entrerà in servizio a giugno.

Questa nave sostituirà alcune delle unità più vecchie della compagnia e opererà su una delle linee principali delle Isole Baleari, la linea notturna tra Valencia e Palma, aumentando significativamente l’offerta di carico, con 2.564 metri lineari di carico e capacità per 1.000 passeggeri.

Bina Bianchini