Più di 33.000 turisti hanno lasciato Lanzarote

Più di 33.000 turisti hanno lasciato Lanzarote negli ultimi sette giorni e ce ne sono ancora circa 3.000.

“Gestire queste cifre in circostanze normali è qualcosa a cui possiamo essere abituati, ma in uno scenario di incertezza, restrizioni e continui cambiamenti, è un successo per il quale mi congratulo con tutte le parti coinvolte”, ha detto la presidente del Cabildo, Maria Dolores Corujo.

Secondo i calcoli della Corporación insular, fino a questa domenica c’erano ancora 3.100 persone sull’isola, anche se questo lunedì erano previsti tra i 500 e i 600 turisti in partenza e il martedì ci sono quattro voli in programma per la Germania, uno per Londra e un altro per Madrid, il che significa altri 600 posti.

Il momento culminante di questa operazione di ritorno è stato giovedì scorso, quando 9.533 viaggiatori hanno lasciato l’isola per i loro paesi d’origine, seguito da venerdì quando lo hanno fatto 7.986.

Corujo ha sottolineato che queste cifre “sono state possibili solo grazie al coinvolgimento delle compagnie aeree, dei consolati, dell’AENA e degli stessi datori di lavoro del turismo, che sono stati permanentemente assistiti da Turismo Lanzarote, che ha sviluppato un lavoro sensazionale durante tutta questa crisi”.

Da parte sua, il Ministro della Promozione del Turismo, Angel Vazquez, ha detto che l’istituzione “farà in modo che ogni singolo turista che non può tornare, possa rimanere confinato, sicuro e concentrato in alloggi a lungo termine”.


“Apprezziamo la straordinaria risposta che sta prendendo la gestione dell’Aeroporto, del Turismo Lanzarote e del settore alberghiero insulare, mettendo a disposizione tutte le sue risorse per affrontare con grande responsabilità questi momenti di emergenza sanitaria”, ha detto Vazquez.

dalla Redazione