14 complessi turistici che potrebbero rimanere aperti nelle Isole Canarie

Questi sono i 14 complessi turistici che potrebbero rimanere aperti nelle Isole Canarie durante la crisi del coronavirus.

Esclusivamente per ospitare operatori sanitari, membri delle forze di sicurezza, dipendenti di altri servizi considerati essenziali o persone che devono viaggiare per motivi di emergenza per assistere minori, persone a carico o malati.

L’amministrazione centrale ha autorizzato 14 complessi ricettivi nelle Isole Canarie a riprendere la loro attività, ma esclusivamente per ospitare operatori sanitari, membri delle forze dell’ordine, dipendenti di altri servizi considerati essenziali o persone che devono viaggiare per motivi di emergenza per assistere minori, persone a carico o malati.

I complessi di appartamenti, bungalow, ostelli e hotel inclusi in questa misura si trovano a Tenerife (5), Fuerteventura (3), Gran Canaria (2), Lanzarote (2), La Gomera (1) e El Hierro (1).

Il Bollettino Ufficiale dello Stato (BOE) ha pubblicato questo mercoledì un’ordinanza del Ministero dei Trasporti, della Mobilità e dell’Agenda Urbana che dichiara 370 alloggi turistici in tutta la Spagna come servizi essenziali.

Questi stabilimenti rimarranno chiusi al pubblico, ma dovranno consentire l’alloggio dei lavoratori considerati essenziali per affrontare l’emergenza sanitaria del coronavirus in diverse aree di attività.


Tra i lavoratori la cui sistemazione è autorizzata vi sono quelli per la manutenzione, l’assistenza sanitaria, la riparazione e l’esecuzione di lavori di interesse generale, la fornitura di prodotti agricoli e della pesca, e gli equipaggi delle navi da pesca, nonché i servizi complementari ad essi, in campo sanitario, portuale, aeroportuale, stradale e ferroviario, alimentare, di soccorso e di sicurezza marittima.

Anche coloro che si occupano dell’installazione, manutenzione e riparazione di reti di telecomunicazione e centri di elaborazione dati, fornitura di energia e acqua, fornitura e servizi per il trasporto di merci o passeggeri legati alle attività consentite dal decreto reale che ha dichiarato lo stato di allarme in Spagna, così come i membri delle Forze e dei Corpi di Sicurezza dello Stato.

La struttura ricettiva dichiarata come servizio essenziale permetterà anche la sistemazione di persone che devono viaggiare per assistere anziani, minori, persone a carico, disabili, persone particolarmente vulnerabili o con esigenze sanitarie, tra gli altri casi, nonché tutte quelle persone che, per cause di forza maggiore o per una situazione di necessità, devono garantire una sistemazione specifica e urgente.

Il resto delle strutture ricettive turistiche che non compaiono nell’allegato del presente ordine “possono fornire alloggio esclusivamente ai gruppi sopra menzionati“, aggiunge il Governo.

I 14 alloggi nelle Isole Canarie che da questo mercoledì sono riconosciuti come servizio essenziale sono

– El Hierro, Valverde: Appartamenti Boomerang

– Fuerteventura, Antigua: Appartamenti Caleta Dorada

– Fuerteventura, Puerto del Rosario: Hostal Tamasite

– Fuerteventura, Antigua: Bungalow Fuertesol

– La Gomera, Hermigua: Appartamenti Los Telares

– Lanzarote, Costa Teguise: Appartamenti El Guarapo

– Lanzarote, Teguise: Bungalow Playa Famara

– Gran Canaria, Las Palmas de Gran Canaria: Hotel Cordial Vista Acuario

– Gran Canaria, Mogán: Anfi Emerald Club.

– Tenerife, Arona: Aparthotel Marisol

– Tenerife, Adeje: Aparthotel Lagos de Fañabe

– Tenerife, Adeje: Aparthotel Los Olivos

– Tenerife, Adeje: Aparthotel Santa María

– Tenerife, Santa Cruz de Tenerife: Appartamentos Bruges

dalla Redazione