Attacchi ai pipistrelli

E’ stato rilevato e segnalato che in alcuni luoghi la gente attacca i pipistrelli della zona con il fuoco a causa della disinformazione che esiste, il che li porta a credere che trasmettano direttamente COVID-19.

Dopo la diffusione globale del coronavirus, gli specialisti hanno concentrato i loro sforzi sulla decifrazione dell’origine di questa malattia da Wuhan, in Cina.

Nel corso delle indagini, il virus è stato collegato ai pipistrelli; tuttavia, questa è una teoria che non è stata ancora provata.

NON SONO NEMICI

Secondo Jessica Gálvez-Durand Besnard, direttore della Gestione del Patrimonio Sostenibile di Serfor, i pipistrelli forniscono molti benefici agli esseri umani: sono impollinatori, disperditori di semi e disinfestatori.

“I pipistrelli sono i mammiferi più numerosi che esistono in quasi tutti i continenti tranne che in Antartide, e poiché come tutte le altre specie selvatiche svolgono un ruolo fondamentale in natura, non dovrebbero essere utilizzati per il consumo”, ha detto l’esperta.


“Evitiamo di influenzare la nostra fauna selvatica, che fa parte dell’equilibrio ecologico”, ha aggiunto.

Il virus, come tutte le malattie zoonotiche, non ha nulla a che fare con gli animali, ma piuttosto con il nostro atteggiamento nei loro confronti, che li caccia, li alleva, li confina, li vende e li mangia.

dalla Redazione