Quasi la metà dei disoccupati delle Isole Canarie non riceve alcun sussidio o indennità

Quasi la metà dei disoccupati iscritti nelle Isole Canarie, il 44,7%, non riceve alcun beneficio o sussidio a causa della loro condizione di disoccupati, secondo i dati diffusi questo giovedì dal Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale.

Le cifre dei beneficiari della protezione pubblica per la disoccupazione corrispondenti al mese di febbraio, che sono state conosciute oggi, indicano che nelle isole 50.222 disoccupati ricevono il sussidio contributivo, 53.855 il sussidio, 10.780 il reddito attivo di inserimento e uno solo l’aiuto di 426 euro del Programma di Attivazione per l’Impiego.

In totale, 114.858 disoccupati ricevono uno di questi tre redditi pubblici.

Tuttavia, il mese di febbraio si è chiuso con 207.837 disoccupati iscritti agli uffici di collocamento delle Canarie, il che significa che 92.979 non sono coperti dall’assicurazione contro la disoccupazione.

Nella provincia di Las Palmas, 59.168 disoccupati ricevono un qualche tipo di sussidio, ma dato che a febbraio si sono registrati 107.793 disoccupati, ciò significa che 48.625 non hanno alcun tipo di copertura (45,1%).

Nella provincia di Santa Cruz de Tenerife, il mese di febbraio si è chiuso con 100.044 disoccupati, 55.690 dei quali ricevono una qualche forma di reddito pubblico, il che significa che 44.354 non ricevono alcun beneficio o sovvenzione (44,3%).


A febbraio, lo Stato ha versato 96,8 milioni di euro nelle Isole Canarie per pagare la copertura della disoccupazione.

Di questo importo, 62,1 milioni corrispondono al pagamento di prestazioni contributive, 29,9 milioni al pagamento di sussidi e 4,7 milioni al reddito da inserimento attivo.

Secondo gli ultimi dati disponibili, il beneficio contributivo medio in Canarias continua ad essere uno dei più bassi in Spagna, con 818,1 euro al mese (33,9 euro in meno rispetto alla media, 852 euro al mese).

I benefici misurati più elevati corrispondono alle Isole Baleari, con 992,8 euro; alla Navarra, con 924,4 euro, e a País Vasco, con 901,8 euro.

dalla Redazione