Lidl aumenta il supporto ai produttori delle Canarie

Lidl ribadisce il suo impegno nei confronti dell’industria agroalimentare spagnola e in particolare dei fornitori delle Isole Canarie.

In un contesto di difficoltà per l’economia regionale, l’azienda sta rafforzando il suo impegno a favore dei prodotti realizzati nelle Isole Canarie, promuovendo così la ripresa economica e il mantenimento dell’occupazione.

La chiusura del canale Horeca nelle Isole Canarie – quello che distribuisce cibo e bevande ad alberghi, ristoranti e caffetterie -, sta colpendo in modo particolarmente duro i fornitori delle Isole, che si trovano in queste settimane con un surplus produttivo invenduto.

Per questo motivo Lidl continua ad ampliare i suoi accordi locali per aiutare gli agricoltori e gli allevatori per i loro settori di produzione.

Da quando è stato decretato lo stato di allerta, la catena di supermercati ha aumentato il suo assortimento locale fino al 40%, incorporando nuovi prodotti dei settori lattiero-caseario, carne, pesce fresco, frutta e verdura, vino, panetteria e bevande, ecc.

Così, nelle ultime settimane, il latte fresco intero Sandra, prodotto a Gran Canaria, è stato aggiunto alle varietà di latte fresco vendute dalla filiera, così come diversi articoli di Kalise.


Sono aumentate anche le referenze di formaggi canari, con l’incorporazione del formaggio fresco di mucca di Quesería Benijos, a Tenerife, e le promozioni di formaggi semistagionati spalmati con paprika del marchio San Mateo, di Gran Canaria, il cui formaggio ha vinto la medaglia di bronzo nell’ultima edizione dei World Cheese Awards.

Le estensioni nel settore della carne da fornitori canari come Sada, Jucarne, Vara del Rey o Egatesa permettono di offrire ai clienti delle isole articoli come il coniglio marinato delle Canarie, il chorizo alla griglia, il controfiletto alle erbe fini, le costolette salate, i prosciutti di coscia di pollo marinati o il controfiletto di pollo allevato alle Canarie.   

E senza dubbio i vini delle Canarie, noti in tutto il mondo per la loro qualità, continuano ad occupare un posto privilegiato nei supermercati Lidl.

Alla loro grande offerta locale si aggiungono ora i vini bianchi “Apaga y Vámonos”, della cantina Lacasmi e con la denominazione d’origine Abona, che sono incorporati nell’assortimento fisso della catena.

Dal suo arrivo nelle Isole nel 2010, Lidl ha mantenuto il suo impegno nei confronti degli agricoltori locali, il che significa che il 60% della frutta e della verdura che vende nelle Isole Canarie è di origine locale.

Oltre alle banane, ai pomodori, alle zucchine e ai bubanghi, alle lattughe, ai peperoni, alle fragole e alle piante aromatiche delle Canarie, nell’Arcipelago si continuano a raccogliere nuove varietà come l’anguria di Sigoñe, i fagioli, i broccoli e i cavolfiori di Frutas Eduardo, le patate di Lanzarote di Lanzafrut e i limoni di Pitaber.

E si promuove anche la vendita di pomodori peninsulari e insalata di Rihortali, mirtilli di Bonny, ananas di El Hierro della Cooperativa Frontera, pomodori di Yerba Cisnera, ciliegie di Freshtom, fragole di Izaña o papaia di La Fast.

Lid contribuisce in modo significativo allo sviluppo economico e sociale dell’ambiente rurale e dell’industria agroalimentare delle Isole Canarie, promuovendo la vendita di prodotti locali nella sua rete di negozi della Penisola.

In diversi negozi in Andalusia è già possibile acquistare il formaggio semistagionato Volcania con paprika e a Barcellona è stata registrata la base di pizza Panna&Pomodoro, prodotta a Fuerteventura.

I mojos canari attraversano le frontiere, e possono essere acquistati in tutti i negozi Lidl in Europa e, da quest’anno, anche negli Stati Uniti, internazionalizzando così uno dei prodotti canari per eccellenza.

Bina Bianchini