LANZAROTE: il comune di Tías avrà i falò di San Juan, con “misure di sicurezza speciali”

Ci potranno essere un massimo di 20 persone concentrate ed è obbligatorio avere un estintore per ogni hoguera.

Il comune di Tías non rinuncerà quest’anno ai tradizionali falò alla vigilia di San Juan, ma quest’anno avrà “nuove misure di sicurezza” a causa della crisi sanitaria della Covid-19.

Il sindaco di Tías, José Juan Cruz, ha firmato questo mercoledì un disegno di legge municipale per regolamentare queste misure speciali, che riguardano anche i falò prima della festa di San Pietro.

Il programma di accensione dei fuochi sarà dalle ore 21 ore del giorno 23 e 28 giugno e fino alle ore 01:00.

Secondo il bando, il montaggio dei falò sarà effettuato in luoghi ben visibili mantenendo una distanza di sicurezza di almeno 50 metri dagli edifici, dalle linee di servizio, dagli arredi urbani e dai veicoli.

Sarà rispettata una distanza minima di 100 metri tra i falò.


L’ubicazione dei falò non deve in alcun modo ostacolare l’accesso e la circolazione delle strade della zona. Il montaggio del falò e dei suoi effetti non può in nessun caso essere effettuato su aree asfaltate, spiagge o aree di sensibilità ecologica o patrimonio.

Al fine di prevenire qualsiasi incidente, i residenti che progettano di fare la hoguera devono presentare domanda scritta presso la sede della Jefatura de Policía locale di Tias.

La richiesta deve includere l’esatta ubicazione della hoguera.

Redazione