Proroga della ITV in scadenza in estate

Le stazioni di ispezione tecnica dei veicoli (ITV) stanno gradualmente tornando alla normalità dopo aver servito buona parte dei cinque milioni di conducenti, secondo il dato fornito dall’Associazione spagnola degli Enti che collaborano con l’Amministrazione nell’ITV (AECA-ITV) in un comunicato stampa, che erano in attesa di ispezione dopo la dichiarazione dello stato di allarme.
Con un sistema di appuntamento preventivo e di orari prolungati, l’aumento dei controlli è del 52% nelle sezioni scaglionate per il superamento dell’ITV stabilito dall’Esecutivo nell’ordinanza SND/413/2020, del 16 maggio, che ha esteso la validità dei certificati di controllo tecnico periodico di “quindici giorni di calendario per ogni settimana trascorsa dall’inizio dello stato di allarme fino alla scadenza del certificato”.
In conformità a quanto spiegato nel regio decreto legge 26/2020 sulle misure di ripresa economica per far fronte all’impatto del covid-19 nei settori del trasporto e dell’edilizia abitativa, l’articolo 29 stabilisce una proroga di tre mesi dei certificati di controllo tecnico per i veicoli la cui scadenza è avvenuta tra il 21 giugno, quando lo stato di allarme è stato revocato in tutto il territorio spagnolo, e il 31 agosto, dato che “la cessazione dell’attività delle stazioni preposte al controllo tecnico dei veicoli ha generato una distorsione nell’esercizio ordinario di questi stabilimenti, che si ripercuote negativamente sul corretto sviluppo di alcune attività economiche, in particolare delle imprese di trasporto, che deve essere risolta con un provvedimento straordinario e transitorio”.
In questo senso, per tutta la durata di questa proroga è stata inserita la preferenza per i controlli sul “trasporto di merci e passeggeri da parte di imprese titolari di licenza comunitaria”, una particolarità della nuova proroga già evidenziata dal Ministro dei Trasporti.
A condizione che il corrispondente controllo tecnico periodico non sia stato effettuato entro la data di entrata in vigore del presente decreto legge, ossia l’8 luglio, “la validità del certificato è prorogata di tre mesi dalla data di scadenza”.
Ai fini del calcolo della data di validità del controllo sulle carte e sui certificati ITV, “la data di validità indicata sulla carta ITV viene presa come riferimento e il periodo di proroga non viene in ogni caso conteggiato”.
L’obiettivo è che i conducenti che devono ancora controllare le condizioni della loro auto si rechino in officina il prima possibile.
In questo senso, come già stabilito nella precedente proroga, se la ITV di un conducente scade il 1° giugno e supera il controllo in modo favorevole un mese dopo con la proroga, la data di inizio della validità rinnovata è considerata il 1° giugno.
Alberto Moroni