Arrecife approva finalmente il restauro delle proprietà di El Charco

Il Consiglio Comunale ha approvato la concessione di due licenze per la ristrutturazione di due edifici di pregio a La Puntilla e sul retro di San Ginés.

L’ambiente di El Charco de San Ginés, nella capitale di Lanzarote, avrà una migliore immagine urbana nei prossimi mesi, dopo che il consiglio direttivo del Comune di Arrecife, presieduto dal sindaco popolare Ástrid Pérez, ha approvato durante la riunione, la concessione dell’autorizzazione urbanistica obbligatoria per la riabilitazione di due edifici vincolati in questa zona costiera della capitale conejera.

La proprietà situata a La Puntilla, ai numeri 5 e 7, ha avuto l’approvazione della licenza urbanistica per adattare questo edificio che ospiterà un futuro ristorante dopo la ristrutturazione di quella che fino a poco tempo fa era una casa di pescatori.

L’Ufficio del Patrimonio del Cabildo di Lanzarote ha dato la sua approvazione così come il Vice-Ministero delle Politiche Territoriali, dato che questo edificio si trova nella zona di servitù costiera di Charco de San Ginés.

Con la licenza approvata dal Comune di Arrecife è consentito il restauro globale e il cambio di destinazione d’uso da abitazioni a locali commerciali.

Il consiglio direttivo ha anche autorizzato a concedere il permesso di costruzione per il restauro dell’edificio in Calle Brasilia numero 3, nella zona dietro la chiesa di El Charco de San Ginés.


Anche l’Unidad de Patrimonio ha dato la sua necessaria approvazione.

Il costruttore di questo edificio ha richiesto il permesso di costruire dal municipio alla fine di gennaio 2020 e continuerà ad utilizzare questo edificio che fu lo scenario del film Oro Rojo, dello scrittore canario Alberto Vázquez Figueroa.

Il sindaco Astrid Perez si è rallegrata del fatto che le piccole imprese e i cittadini dell’isola continuino ad impegnarsi nella riabilitazione di vecchi edifici e proprietà protette, che dopo i lavori di restauro contribuiranno a dare un’immagine migliore della città, e in modo unico nell’ambiente del Charco de San Ginés.

Questi due progetti di restauro si uniscono, inoltre, alle recenti licenze concesse nel primo anno dell’attuale gruppo governativo di Arrecife, che condividono PP, PSOE e Nueva Canarias (NC), con il sindaco Ástrid Pérez in testa.

In particolare, l’attuale gruppo di governo municipale ha già aperto la mano al restauro degli edifici protetti dal Catalogo delle Proprietà, autorizzando le licenze richieste da vari proprietari privati, come la casa Panasco in La Calle Real e l’ex libreria Lasso in Calle Fajardo, entrambi edifici protetti da Patrimonio.

Redazione