La nuova scuola materna di Arguineguín si impegna per un uso efficiente dell’acqua

Con l’inizio dell’anno scolastico 2020-2021, la nuova scuola materna di Arguineguín sarà operativa e comprenderà sistemi per il risparmio idrico, un serbatoio di acqua piovana per il suo riutilizzo e un impianto di trattamento dell’acqua per trattare l’acqua delle toilette e delle docce per l’irrigazione.

La sostenibilità prevale in questo nuovo edificio comunale e uno dei punti chiave è stato quello di includere sistemi che favoriscono il risparmio idrico attraverso regolatori di flusso, rubinetti a tempo e rubinetti con aeratori, cisterne a doppio scarico e rubinetti di regolazione prima dei punti di consumo.

La scuola dispone anche di un serbatoio di accumulo dell’acqua piovana per poter utilizzare l’acqua per la pulizia dei patii e quindi ridurre la richiesta esterna di acqua.

Analogamente, nelle aree esterne è stato installato un pavimento drenante in modo che, in caso di forti piogge o di guasti, non si verifichino pozzanghere e allagamenti.

Il materiale assorbirebbe tutta quest’acqua e la porterebbe alla rete di acqua piovana attraverso i tubi, anche drenanti, dei muri di contenimento

Sugli spazi esterni delle infrastrutture sono state piantate specie vegetali autoctone che non necessitano di grandi quantità d’acqua per mantenere le loro buone condizioni.


Oltre al risparmio che ciò rappresenta, l’acqua utilizzata per l’irrigazione di queste zone proverrà dagli impianti di lavaggio e dalle docce della scuola, dopo essere stata trattata nell’impianto di trattamento da 1.500 litri di cui l’impianto è stato dotato.

La nuova scuola materna di Arguineguín ha due blocchi, uno per i bambini da 0 a 3 anni che sarà gestito dal Comune di Mogán e l’altro che l’Amministrazione locale darà al Dipartimento dell’Educazione per installare i livelli da 3 a 6 anni che attualmente sono accorpati al CEIP Playa de Arguineguín.

2.542.874,62 euro sono stati investiti in questo progetto, che sostiene anche l’efficienza energetica, di cui 1.004 sono 464,29 euro sono stati cofinanziati per l’85% dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), nell’ambito della strategia integrata di sviluppo urbano sostenibile (EDUSI) Mogán-Arguineguín, e rispondono all’obiettivo tematico 9 del Programma operativo multiregionale spagnolo FESR 2014-2020 “Promuovere l’inclusione sociale e combattere la povertà e qualsiasi altra forma di discriminazione”, sostenendo efficacemente la rigenerazione fisica, economica e sociale del locale.

Bina Bianchini