PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE

PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE

UT PICTURA POESIS – FUERTEVENTURA 2020

Il 5 settembre 2020, alle ore 18,00, presso il Parque Tecnologico de Fuerteventura (Isole Canarie) abbiamo assistito alla cerimonia di premiazione di scrittori, autori, poeti meritevoli e personalità di rilievo che, con la loro professionalità, hanno contribuito a dare lustro e merito a tutto ciò che la cultura rappresenta nel mondo, in tutte le sue molteplici manifestazioni, dall’arte, alla letteratura, all’impegno sociale. I vincitori sono stati selezionati da una qualificata giuria esperta nel settore. Tale evento, realizzato dall’Associazione italiana Irdi Destinazione arte, in collaborazione con Sesamax Marketing SL e con la pregevole direzione artistica di Maria Grazia Genova, si è svolto nelle ristrettezze comportamentali dettate dalle esigenze dovute alle normative vigenti in materia di COVID-19. Peccato, perché questo premio letterario, ormai alla sua quarta edizione, ha varcato per la prima volta i confini italiani per affermarsi anche all’estero.

Presenti alla cerimonia il console onorario italiano, Carlos José De Blasio ed il rappresentante della Sesamax Marketing SL, Giuseppe Buccinnà.

Il motivo per il quale quest’anno si è voluto organizzare il premio in terra spagnola (lo scorso anno è stato fatto a Firenze), come ha precisato Maria Grazia Genova nella sua introduzione, è quello di rafforzare ulteriormente il settore culturale e creativo, raggiungendo in tal modo una posizione internazionale (più vasta) ed una visibilità sulla mappa europea.

Sono state esaminate le proposte di 6 sezioni che hanno giudicato le opere degli artisti partecipanti riguardando sia la poesia (edita e inedita) che la saggistica (edita) ed anche la narrativa (edita e inedita).


Purtroppo, come sopra accennato, le restrizioni dovute alla pandemia non hanno permesso alla maggior parte dei premiati di presenziare alla premiazione, solo due sono riusciti ad essere presenti: la scrittrice spagnola Vanessa Consuegro Leon e la poetessa italiana Isabella Cipriani.

Anche il Console Carlos José De Blasio ha voluto sottolineare la preziosità di tale evento, affermando anche che il Consolato Italiano non è solo passaporti, documenti e traduzioni, ma l’attività che viene sviluppata sente anche la necessità di ampliarsi nell’attività culturale, assumendo una visione più ampia anche per garantire una maggiore qualità alla normale vita quotidiana. L’augurio è che il prossimo anno (per la quinta edizione del premio letterario) tale evento si possa celebrare sull’isola di Gran Canaria.

La signora Maria Grazia Genova ha poi fatto riferimento alla società Sesamax che ha collaborato all’organizzazione dell’evento comunicando che durante il periodo della pandemia è stato realizzato un volume (titolo: le voci del silenzio) dove sono raccolti note e pensieri di scrittori e poeti che si sono espressi riferendosi al particolare periodo del contagio. Inoltre, è stato anche composto il catalogo Kalos 2020 di pittori e artisti contemporanei. Tale catalogo è stato distribuito in diverse città europee e la prossima rappresentazione figurativa verrà tenuta a Fiume, nominata per il 2020 capitale europea della cultura.

Sono seguiti i ringraziamenti di Paolo Buccinnà che ha voluto sottolineare che, grazie anche al lavoro svolto dall’A.P.I.C.E. (Associazione dei Pensionati Italiani e dei Connazionali all’Estero), l’obiettivo da raggiungere è quello di mostrare una fisionomia diversa dell’italiano, non l’individuo che va a lavorare all’estero, bensì un partner che porta cultura e lustro nell’arcipelago canario.

Le personalità di rilievo che hanno ricevuto il premio come riconoscimento del loro impagabile impegno sociale e che, con la loro professionalità, hanno contribuito a dare lustro e merito a tutto ciò che la cultura rappresenta nel mondo, sempre grazie alla forzata assenza di altri, sono stati:

  • il Presidente dell’A.P.I.C.E., Giuseppe Bucceri per l’alto senso di solidarietà e altruismo manifestato con il massimo disinteresse all’interno dell’Associazione A.P.I.C.E. per essere testimone di quello stile di fare volontariato per incidere nel contesto sociale traducendo il bisogno e il diritto attivando processi di cambiamento locali e globali che generano sviluppo;
  • Massimo Testa, Spain Manager, per l’elevato senso civico e affidabilità nei rapporti umani e professionali ponendo la solidarietà e l’onestà sempre al primo posto dei suoi principi.

Successivamente è stata mostrata la targa premio per la signora Belinda Delgado, proprietaria di Casa Mané che ha ospitato nel 2018 la mostra italiana d’arte contemporanea. Il Console, poi, consegna una targa premio all’ottima conduttrice e direttrice artistica dell’evento Maria Grazia Genova ed infine il Presidente dell’A.P.I.C.E.  Giuseppe Bucceri consegna alla signora Genova il documento che riporta la sua nomina a socio onorario dell’Associazione.

di Stefano Dottori