Il Medano: la mecca dei venti

Tenerife. Fine anni ’70. Un tedesco innamorato dell’isola decide di aprire la prima scuola di windsurf nel Medano, una piccola perla affacciata sull’oceano, abitata per lo più da pescatori del posto. E’ un matrimonio destinato ad un gran avvenire. Tuttora, in questo spicchio di paradiso, si organizzano tutti gli anni i Campionati Mondiali di alcune tra le più famose discipline legate al mondo acquatico: il Windsurf e il Kitesurf. Certo, ne sono cambiate di cose da quando aprì i battenti la prima scuola ufficiale, la Playa Sur Windsurf and Kitesurf Center, ma lo spirito è rimasto inalterato, come ci racconta Fistus, tedesco di nascita ma canario d’adozione, antico proprietario del Flash Point, icona per il mondo del surf e per il Medano in generale. E’ dalla metà degli anni ‘90 che il windsurf e il kitesurf non smettono di arruolare nuovi adepti. Le scuole ufficialmente riconosciute si sono moltiplicate, nuove discipline come il Padel Surf hanno fatto la loro comparsa sul palcoscenico acquatico. Eppure l’incanto, la mentalità e il modo di vivere di questo paese non è cambiato per nulla. Non soffre lo stress della città, eppure sa sempre essere all’ultima moda. Sarà per quel mix cosmopolita di cui il Medano può vantarsi. Un miscuglio di razze e di età. Basti pensare che se inizialmente le discipline sopraindicate erano destinate ad un pubblico sì giovane, ma dai vent’anni in su, ormai si trovano corsi anche per i più piccini della famiglia. Questo ha fatto sì che interi gruppi amanti degli sport “all’aria aperta” vengano a trascorrere le loro vacanze qui, trovandovi risposta a qualsiasi esigenza. E infatti il Medano e tali sport hanno saputo andare a braccetto fin da subito, e continuando la loro particolare love story. Proliferano bar come il Windy Cafe o El Naúfrago dove, dopo una giornata trascorsa tra vele ed aquiloni, prelibarsi con una buona Cerveza Fria. Hanno aperto ostelli come il CasaGrande Surf Hotel, dove “surfers” di tutto il mondo possono trascorrere la notte prima di riprendere la propria passione l’indomani. Il Medano ha saputo cavalcare l’onda di questi sport che hanno preso piede un po’ ovunque. Come ci dice Maray, istruttore olandese di Kitesurf, “quando sei là fuori, spinto dal vento, sei tu e la natura, e nessun altro”. Una perfetta unione tra l’essere umano e la potenza della naturalezza. Ed è un rapporto, una relazione intima, che continua per le strette vie del Medano, dove ognuno apporta il suo contributo affinché non si rompa un incantesimo che ne fa un luogo carico di magia e positività.

(Giacomo Ferrari)