IL TEIDE, LE MOTO E LA LUNA PIENA

Eccomi qui anche questo mese per il nostro appuntamento “motociclistico”.

Vi parlerò di un giro molto particolare e “magico” nello stesso tempo, da godersi dall’inizio alla fine. Non è possibile farlo tutti i giorni dell’anno, in quanto coincide con la luna piena e bisogna essere fortunati a non trovare nuvole o tempo brutto che comunque qui sono rari. Nasce così, senza pensieri, osservando il cielo notturno e decidendo di partire senza preavviso. Quindi veloce giro di telefonate o sms tra i partecipanti e via… a cavallo delle proprie moto in direzione del Vulcano Teide. Qualsiasi strada che sale è magnifica, in quanto passa tra le pinete che si vanno a diradare man mano che si raggiunge la vetta, e da qui inizia il vero spettacolo.

La luna piena conferisce colori completamente nuovi alle varie formazioni rocciose e di lava, è un susseguirsi di nero, viola, blu scuro e marrone intenso, dando al paesaggio una sensazione quasi “spettrale”, ma nello stesso tempo magnifica. La “luce” della luna illumina quasi a giorno e si potrebbe anche spegnere i fari, tanto la strada è visibile. Le ombre sono intense e allungate e non mi meraviglierei se da dietro qualche roccia spuntasse un Elfo o magari un Troll!!! Una sosta presso la Montana Mostaza è d’obbligo, perché percorrere a piedi i sentieri, per qualche centinaio di metri, è un’esperienza indimenticabile e unica. Il silenzio è totale e la Luna pare talmente grossa, e vicina, che sembra quasi di poterla toccare. La combinazione è perfetta, l’energia del Teide ti percorre le ossa dandoti una sensazione impagabile. Naturalmente se si decide di salire in inverno è meglio coprirsi bene, perché in gennaio abbiamo trovato temperature vicine allo zero, ma con una buona cioccolata calda portata in un termos non si è patito neanche il freddo!!! Si ripercorre la strada verso la costa con le sue più miti temperature, ma attenzione perché potrebbe capitare qualche attraversamento di animali, quindi sempre con velocità moderata. Una sosta in uno dei ristorantini rurali del paese di Chirche è d’obbligo per concludere in bellezza questo giro… sicuramente il freddo patito sarà solo un ricordo.

Questo itinerario si può percorrere anche per ammirare il cielo stellato in assenza della Luna, in cima l’oscurità è totale, regalandoti una visuale incredibile delle costellazioni, e proprio per questo motivo vi è uno degli osservatori migliori e più attrezzati di tutto il pianeta.

Entonces… buona Luna piena.

(Maxxx – Lobos de Canarias – www.tourcanary.com)