Nuovo regolamento delle aree ricreative

Medio Ambiente ha installato dei cartelli informativi nelle aree ricreative gestite, per dare modo agli utenti di conoscere le nuove normative di utilizzo di queste strutture, le attrezzature e le strutture di sicurezza e di contribuire a garantirne il rispetto. I trasgressori saranno soggetti a sanzioni pecuniarie comprese tra 100 e 1.500 euro. Alcune delle norme contenute nei manifesti sono l’orario, l’utilizzo dei fornelli e delle bombole, la cura degli arredi, il deposito di mozziconi di sigarette e spazzatura negli appositi contenitori, e il divieto di dispositivi musicali e di animali domestici sciolti, per migliorare il clima di convivenza. L’attuale regolamento sostituisce il precedente del 2000, e incorpora nuove regole per rendere più efficiente la gestione di queste aree. L’uso regolamentato delle bombole, per garantire la sicurezza, o degli ombrelloni e altri elementi per la protezione degli utenti, sono alcuni dei punti salienti, allo scopo di preservare l’ambiente e le strutture, oltre a migliorare la convivenza, la sicurezza e il divertimento degli utenti. Il Cabildo di Tenerife gestisce una ventina di aree ricreative situate in diverse enclavi forestali di spazi naturali protetti. Questi spazi pubblici sono dotati dei servizi necessari (tavoli, stufe, punti d’acqua e servizi igienici, ecc ) agli utenti per godere di pic-nic con la famiglia e gli amici all’aperto, in un ambiente naturale di grande interesse. Queste aree ricreative dell’isola sono veri e propri punti nevralgici sulla montagna, da cui si originano molti sentieri e strade forestali che facilitano lo sviluppo di attività per il tempo libero immersi nella natura, come il trekking, la mountain bike o il bird watching.