La WOMAD Burbuja arriva al Parco Santa Catalina

Il festival programmerà concerti di una trentina di artisti internazionali, nazionali e locali su tre palchi nel Parco di Santa Catalina e dintorni.

Il Festival WOMAD Burbuja Gran Canaria sarà una realtà nella capitale di Gran Canaria dal 19 al 22 novembre.

Tre palchi situati nel Parco di Santa Catalina e dintorni ospiteranno ancora una volta questo incontro con la world music in un’edizione eccezionale adattata alla situazione imposta dalla pandemia, ma con la stessa vitalità che lo caratterizza, la cui line-up artistica sarà presto svelata.

Las Palmas de Gran Canaria si riunirà così con uno dei grandi eventi culturali dell’anno in Spagna e con maggiore impatto sul pubblico, il WOMAD (World of Music, Arts & Dance) Festival, che quest’anno raggiungerà la sua 22ª edizione nella capitale di Gran Canaria.

Il Festival è organizzato dal Comune di Las Palmas de Gran Canaria, dal Cabildo de Gran Canaria, dal Governo delle Isole Canarie, WOMAD International, DD&Company Producciones y Promoción de Las Palmas de Gran Canaria, e con la collaborazione del Ministero della Cultura spagnolo, ha lavorato instancabilmente per presentare la prima mondiale del “WOMAD ‘Bubble’ Festival”.

Date le attuali circostanze e dando sempre priorità alla salute del pubblico, la partecipazione a ciascuna delle proposte musicali di questa nuova edizione del WOMAD sarà gratuita previa registrazione e i posti a sedere saranno limitati.


Allo stesso modo, saranno progettati circuiti di ingresso e di uscita specifici e differenziati per gli spettatori in ogni luogo, al fine di velocizzare l’accesso e di evitare la folla.

La celebrazione di questa edizione “unica e speciale” della WOMAD Burbuja è anche carica di un alto simbolismo per gli eventi e l’industria della musica dal vivo in tutto il mondo, severamente punita dalla pandemia che ha portato alla cancellazione di tutti i principali festival e al crollo del turismo internazionale.

Così, questa edizione, oltre alla sua importanza nel settore turistico locale, è un soffio di speranza per la ripresa dell’industria turistica, degli eventi internazionali e del settore della musica dal vivo.

Il direttore internazionale di WOMAD, Chris Smith, dice che hanno lavorato per mesi per rendere questo festival una realtà in un anno molto difficile: “Avere il via libera per la sua celebrazione ci riempie di entusiasmo e di responsabilità per progettare un festival sicuro e per essere la punta di diamante di eventi sicuri per ricominciare in tutto il mondo”.

Da parte sua, la direttrice di DD&Company Producciones e WOMAD Spagna, Dania Dévora, spiega che quando si pensava che non ci fossero possibilità per i festival a causa della crisi pandemica del 2020, “una nuova opzione e un raggio di speranza sono sorti grazie al festival di Las Palmas de Gran Canaria e abbiamo iniziato a lavorare da zero per farne una realtà.

Ancora un anno l’artista canario Noboru Takahashi è dietro l’immagine del manifesto.

Il designer si è ispirato al simbolo che identifica il Festival, il leone, per realizzare una copertina suggestiva e colorata.

Las Palmas de Gran Canaria è una delle due città WOMAD attualmente in Spagna insieme a Cáceres e una delle sette sedi WOMAD nel mondo: Charlton Park in Inghilterra, Recoleta in Cile, Adelaide in Australia, Taranaki in Nuova Zelanda e Morelia in Messico.

Tra tutti questi, Las Palmas de Gran Canaria è l’unico di questi luoghi che ospiterà il festival nel 2020, un raggio di speranza per la cultura, la musica dal vivo e l’industria che lo circonda in tutto il mondo.

Franco Leonardi