Guerra ai parcheggiatori abusivi e ai questuanti dei semafori!

A Santa Cruz i parcheggiatori abusivi sono diventati un problema e la polizia locale ha annunciato che intensificherà le operazioni di controllo e sanzione di questa pratica nella capitale, e combatterà le attività illecite ai semafori che sono un pericolo per il traffico, e anche perché sono utilizzate per commettere reati.

Ultimamente sono aumentate le lamentele da parte di residenti e turisti per quanto riguarda quelli popolarmente noti come “gorilla”, e che sempre più occupano i parcheggi in città con l’intenzione di farsi dare dei soldi, con la scusa di controllare i veicoli in un luogo che è all’aperto ed è gratuito. Sono presenti nei parcheggi del Parco Marittimo, dell’ospedale La Candelaria, dell’Avenida Tres de Mayo, di Cabo Llanos, di La Noria, e in quelle aree che sono vicino ai centri commerciali, tra gli altri luoghi. Ci sono anche cittadini per i quali queste persone svolgono un servizio, perché ritengono che le loro auto siano più custodite e in caso di necessità possono lasciare loro le chiavi per fargliela parcheggiare, ma la maggioranza protesta contro questa pratica illegale, sentendosi oggetto di ricatto perché, rifiutandosi di pagare quella specie di tassa rivoluzionaria che chiedono i parcheggiatori illegali, si rischiano “conseguenze” al veicolo. Inoltre i “gorilla” si posizionano generalmente in aree dove il controllo non serve. Non è facile sradicare questa pratica, ma si deve affinarne il controllo da parte della polizia locale, aiutandosi con la collaborazione dei cittadini a segnalare qualsiasi situazione collegata al parcheggio illegale. Il problema va corretto lentamente iniziando a mettere le sanzioni, e lo stesso per le attività illegali che si stanno sviluppando ai semafori, in aumento in modo significativo. Le persone che sono ferme ai semafori a vendere i panni, a pulire i vetri delle auto, a destreggiarsi o chiedere soldi con un cartello possono essere un pericolo per il traffico, per se stessi e per i veicoli. Spesso queste pratiche vengono effettuate per commettere crimini, mentre uno chiede soldi, l’altro apre il bagagliaio della macchina e ruba la borsa. Il Consiglio Comunale è consapevole che alcune persone non trovano alcun rimedio che chiedere soldi ai semafori, ma si deve guardare a tutta la situazione e questi cittadini possono mettere a repentaglio la sicurezza stradale, perché si mettono in mezzo alle auto e perché impediscono di ripartire in sicurezza.