Lanzarote e Fuerteventura si uniscono a La Palma

Lanzarote e Fuerteventura si uniscono a La Palma per creare una destinazione gastronomica di riferimento internazionale

Saborea La Palma, Lanzarote e Fuerteventura hanno creato un fronte di lavoro comune nell’ambito del progetto Interreg Mac per promuovere le tre isole come spazi per il turismo gastronomico, offrendo al visitatore esperienze differenziate che comprendono non solo ristoranti ma anche produttori, industrie agroalimentari ed aziende legate al settore.

Una squadra guidata da Lanzarote a cui La Palma ha aderito con forza grazie al fermo impegno del Cabildo.

A tal proposito, l’Assessore allo Sviluppo Economico dell’isola, Raquel Díaz, ha sottolineato che “l’obiettivo del progetto è che “l’intera catena del valore, dal prodotto proveniente dal settore primario fino al suo arrivo nel settore alberghiero e della ristorazione, ci permetterà di individuare i punti di forza e di sviluppare una strategia comune per diffondere la destinazione delle Isole Canarie anche dal punto di vista gastronomico”.

Díaz è consapevole che “La Palma, Lanzarote e Fuerteventura hanno ovviamente delle differenze in termini di cucina e di prodotti di riferimento”, ma senza dimenticare “le nostre singolarità” dobbiamo impegnarci per “l’unità d’azione quando si tratta di posizionarci sul mercato”, per la quale considera “fondamentale il marchio Saborea España, al quale apparteniamo, e l’opportunità strategica che questa iniziativa ci offre”.

Il fatto è che “le Isole Canarie possono essere un punto di riferimento a livello internazionale nella combinazione di gastronomia e turismo”.


La Palma, Lanzarote e Fuerteventura non “camminano” da sole in questo progetto.

Al contrario, Interreg Mac è un programma della macaronesia al quale partecipano destinazioni come Senegal, Mauritania, Azzorre e Madeira.

Da questa unità, nell’ambito del progetto Interreg Mac a cui partecipano complessivamente 15 partner, saranno lanciate le Giornate Gastronomiche del Medio Atlantico con la presenza di cuochi, produttori e prodotti locali nelle tre isole.

Inoltre, sarà sviluppata una piattaforma internet dove sarà possibile conoscere nel dettaglio da qualsiasi parte del mondo ogni singolo aspetto gastronomico delle tre isole, nonché i loro principali protagonisti.

L’iniziativa, che fa parte del Programma Interreg MAC 2014-2020, ha una dotazione finanziaria di 2,4 milioni di euro, distribuiti nei prossimi tre anni, di cui l’85% proveniente da fondi FESR.

I fondi saranno utilizzati principalmente per valorizzare la cucina canaria e promuovere un nuovo modello di turismo sostenibile che farà delle Isole Canarie una le principali destinazioni del settore.

Il programma è composto da 15 partner e si propone di promuovere, trasformare e supportare digitalmente la cucina del Medio Atlantico che caratterizza l’arcipelago.

Alberto Moroni